Sanità

Centro DCA: arrivano due milioni dalla Regione

LECCE – I fondi tanto attesi stanno arrivando. È l’attenzione che merita un centro d’eccellenza com’è quello per i disturbi del comportamento alimentare di Lecce, che si trova nell’ex Opis. 2 milioni stanziati dalla Regione per ristrutturazione e posti per il ricovero. Esulta il consigliere regionale Paolo Pagliaro:

“Dopo tre anni di mie incessanti battaglie per il potenziamento del centro e l’attivazione dei posti letto per il trattamento dei casi più gravi, finalmente la Regione stanzia i 2 milioni di euro necessari per la ristrutturazione della palazzina che ospita gli ambulatori e per la riqualificazione dell’area esterna. È un risultato sudato -dice- frutto di sollecitazioni continue, atti istituzionali e sopralluoghi che ho effettuato per accendere l’attenzione sulla necessità di dare assistenza adeguata e completa ai ragazzi che soffrono di DCA e alle loro famiglie, stremati dalla malattia e dalle difficoltà dovute ai viaggi della speranza nelle strutture di ricovero fuori regione, dove vengono curati i casi più gravi.
Ora attendiamo il bando per l’affidamento dei lavori annunciato nei prossimi giorni e vigileremo giorno dopo giorno perché questo centro a Lecce possa migliorare la sua operatività, garantendo spazi adeguati e confortevoli all’equipe guidata dalla dottoressa Caterina Renna, che da oltre 25 anni rappresenta un punto di riferimento per la cura dei DCA, non solo in Puglia e nel Mezzogiorno, ma in tutta Italia.
Nell’audizione richiesta il 24 ottobre scorso in Commissione Sanità, a seguito del mio ultimo sopralluogo, fu comunicato che sono stati individuati i locali dell’ex reparto di Emodinamica al piano terra dell’ospedale Vito Fazzi per ospitare il centro di ricovero, con l’attivazione di 9 posti letto per garantire assistenza h24. Sarà il primo reparto ospedaliero per acuti sub intensivo pubblico in Puglia. Intanto, con i fondi finalmente stanziati verrà ristrutturata la sede che ospita gli ambulatori e il day service nell’ex Ospedale Psichiatrico di Lecce, e verrà attivato il centro extra ospedaliero e di riabilitazione post acuti. Il piano fu presentato in Commissione e sollecitai l’assessore Palese e reperire subito le somme necessarie per mettere in sicurezza e riqualificare gli ambienti al primo piano, non a norma, senza ascensori e senza scale di sicurezza, con infiltrazioni di umidità al soffitto”.

Lo stanziamento è stato annunciato dalla vicepresidente del consiglio regionale, Loredana Capone, dopo il suo impegno per reperire i fondi attraverso l’assessorato alla Salute. Nei prossimi giorni -fa sapere- sarà pubblicato il bando di gara per l’appalto dei lavori. “Le giovani pazienti avranno ambienti più accoglienti e maggiori spazi per le attività. La conclusione dei lavori è prevista per la fine del prossimo anno. Il progetto approvato dal Ministero alla Salute garantisce l’acquisizione del personale specializzato per la funzionalità della residenza. Questo cospicuo finanziamento consente il decollo del Centro per la Cura e la Ricerca sui disturbi del comportamento alimentare, già centro di riferimento anche fuori dai confini regionali”.

Articoli correlati

Vaccini, sbloccate le prenotazioni in farmacia: solo la prima dose. In stand by le richieste per quelli a domicilio

Redazione

“Noi odontoiatri possiamo vaccinare e siamo prontissimi a farlo”

Redazione

Post-dimissioni, recupero crediti e gare veloci: Asl e sindacati dettano le priorità

Redazione

Autismo, “essenziali psicologi a scuola per bambini e genitori”

Redazione

Burgesi come non l’avete mai vista. Monitoraggi solo a metà

Redazione

L’innovazione in oncologia: un convegno nazionale per abbracciare le nuove sfide

Redazione