AttualitàPolitica

Rione San Pio a Lecce, interrogazione Pagliaro: cantieri fermi, Regione vigili su attuazione programma di riqualificazione urbana

LECCE- Nota del consigliere regionale Paolo Pagliaro, capogruppo La Puglia Domani e Presidente MRS: “Una riqualificazione urbana annunciata a fine 2020, ormai quasi due anni fa, ma ancora inattuata. Anzi, i cantieri sono fermi nel rione San Pio del quartiere Rudiae a Lecce. Lo denunciano i residenti, stanchi di promesse e attese che sembrano senza fine.
Per dar risposte a questa fetta di popolazione che vive un forte disagio abitativo, ho presentato un’interrogazione urgente rivolta all’assessora alle politiche abitative Maraschio, perché dia conto dello stato di attuazione del Programma di Riqualificazione Urbana per la realizzazione di Alloggi a Canone Sostenebile (Pruacs) che la Regione annunciò a dicembre 2020, stanziando un finanziamento di un milione e 797mila euro.
Il progetto di riqualificazione del rione San Pio era stato presentato dal Comune di Lecce alla Regione nel 2008, quando il Governo nazionale varò i Pruacs per arginare la questione abitativa con un cofinanziamento Stato-Regioni di 24 milioni di euro. A questi fondi si erano aggiunti 4 milioni di euro, grazie all’approvazione di una graduatoria di progetti per la riqualificazione delle periferie, esclusi in passato per carenza di disponibilità finanziaria o per mancanza dei requisiti di ammissibilità al bando. Tutto sembrava finalmente sbloccato, ma le opere restano al palo: le abitazioni fatiscenti sono ancora in piedi, e la bonifica delle aree degradate appare ancora molto lontana.
In particolare per il cantiere di via Birago, dov’è prevista la costruzione di venti alloggi di edilizia residenziale popolare, i lavori risultano fermi da oltre un anno e mezzo. Ad aprile scorso è stato aperto anche il cantiere per la riqualificazione di Parco Corvaglia, polmone verde del rione San Pio, da attrezzare per il gioco e lo sport, ma non è dato sapere quando questi lavori si concluderanno.
Bisogna fare chiarezza e dare tempi certi: ecco perché chiedo di conoscere lo stato di avanzamento dei cantieri e i tempi di consegna previsti. I cittadini del rione San Pio meritano di avere risposte precise sul risanamento di una situazione di degrado che si trascina da anni”.

Articoli correlati

Nel giorno delle pensioni, lunghe code sotto il sole

Redazione

Consumo di suolo, Pagliaro: “Regione dica secco no a nuovi mega impianti energetici”

Redazione

Pronta la nuova segreteria provinciale del Pd: ecco i 14 componenti

Redazione

Grande mobilitazione: fronte compatto contro l’eolico in mare

Redazione

Cosentino: “Ho subìto uno stupro giudiziario”

Redazione

Porto Cesareo, “Una battaglia di civiltà. Subito in funzione il nuovo depuratore”

Redazione