Sport

Troppo Toro per il Lecce, difesa da rivedere

LECCE – Il Torino elimina il Lecce dalla Coppa Italia: all’Olimpico finisce 4-2, prova negativa del reparto difensivo giallorosso. Per i salentini in gol Jeda e Corvia dagli undici metri. La partenza ad handicap, la difesa da rivedere ed un avversario di grande valore,avanti anche nella preparazione: il Lecce saluta la Coppa Italia all’‘Olimpico’, davanti al Toro di Ventura.

Al fischio d’inizio di Bergonzi, i giallorossi subiscono l’assalto della squadra di casa che dopo due minuti è già in vantaggio. Rilancio difficoltoso della difesa salentina, palla da Vives per Bianchi e sponda per l’accorrente, liberissimo, Sgrigna: destro incrociato che Benassi non può disinnescare. Altri dieci minuti e il Toro mette l’ipoteca sul passaggio del turno: azione elaborata dagli sviluppi del corner, Sgrigna s’infila in profondità ed il suo cross è deviato in rete da Ferrario, nel disperato tentativo di anticipare Bianchi.

Subito l’1-2 il Lecce prova a riorganizzarsi e nel finale di tempo riapre i giochi: Falco punta Masiello e pesca nel cuore dell’area di rigore Jeda  che controlla tra le maglie della difesa granata e batte Gillet per il suo secondo centro stagionale.

Lerda cambia in difesa, con Romeo al posto di Esposito. L’equilibrio, nella ripresa, è rotto dal terzo acuto torinese; Stevanovic salta Mazzotta e mette in mezzo per Meggiorini, l’attaccante non controlla e alle sue spalle il più lesto di tutti è Bianchi: 3-1, difesa ancora una volta non impeccabile.

La squadra di Lerda riesce a riaprire ancora i giochi: bella palla di Bogliacino in area, Glik affossa Corvia e per Bergonzi è rigore. Dal dischetto è lo stesso attaccante romano a spiazzare Gillet. Neanche il tempo di esultare, però, che cala definitivamente il sipario. E’ ancora Bianchi, bestia nera del Lecce, a mettere in rete l’assist di Meggiorini, dopo il fuorigioco approssimativamente tentato dalla linea giallorossa.

Una gara che non fornisce argomenti veramente nuovi: la priorità, come ribadito da Lerda e a prescindere dal campionato da affrontare, è rinforzare la difesa. Rivedendo i gol dell”Olimpico’, anche piuttosto in fretta.

Articoli correlati

Taranto, con il Picerno arbitra Calzavara. Giovedì amichevole con il Castellaneta

Redazione

Enel basket, imminente il taglio di Akingbala. In arrivo Aminu

Redazione

Il Brindisi si tiene ben stretto Valentini

Redazione

Novità in Seria A: dal girone di ritorno tablet in campo per i mister

Redazione

Il Brindisi saluta la Coppa Italia, al Crotone basta un gol di Pannitteri

Redazione

Lecce, testa al Catanzaro: al “Ceravolo” per il poker di vittorie

Redazione