Cronaca

La denuncia di una donna: “Io, prigioniera di quell’uomo”

LECCE – Ha trovato il coraggio di fuggire dall’uomo che l’aveva costretta – da circa un anno – a subire una serie di abusi, privandola della sua libertà. Non poteva uscire di casa, né trovare un lavoro, ma stamattina è fuggita da quella sorta di prigione e cercato aiuto ed assistenza presso il Centro anti-violenza “Renata Fonte”.

La protagonista è una donna polacca residente a Lecce. Da circa un anno convive con un signore di 72 anni che, dopo avere saputo che la donna si era recata al centro per chiedere sostegno, ha raggiunto il Centro anti-violenza, andando in escandescenze.

Per riportare la calma c’è voluto l’intervento della polizia. Accetta di parlare al microfono, perché è consapevole che la sua testimonianza potrà spronare le altre vittime di abusi e violenze. Stanotte non tornerà a casa e qui sorge un altro problema, come evidenziato dalla Presidente del Centro, Maria Luisa Toto.
Insieme, nelle prossime ore si recheranno in Questura per denunciare l’uomo.

Articoli correlati

Spaccio e rapina: 40 anni di carcere per 9 imputati. Assolto “Scaramao”

Redazione

Scandalo Fse, le carte in Procura: voragine da 166 milioni di euro

Redazione

Contrabbando ai Tamburi, sequestrato carico di bionde

Redazione

La Posidonia ha fatto il suo lavoro di ripascimento: completata la rimozione

Redazione

#unautopergiuseppe, Pagliaro: “Già ordinata, grazie Salento”

Redazione

Tentano di rapinarlo e parte un colpo d’arma da fuoco: ferito 30enne

Redazione