Cronaca

Nuovo sequestro di ricci, 220 pescati illegalmente

SAN FOCA – Continua senza sosta l’azione di contrasto alla pesca illegale effettuata dai militari della Guardia Costiera: alle prime luci dell’alba gli uomini della Guardia Costiera di San Foca di Melendugno, diretti dal Luogotenente Ciardiello Francesco e impegnati in una specifica attività di vigilanza costiera volta al contrasto della pesca di frodo ed in particolare alla salvaguardia del riccio di mare, hanno proceduto nei pressi di Torre Saracena (comune di Melendugno) al sequestro di oltre 220 esemplari di ricci pescati, in prossimità della costa in acque basse, da un pescatore dedito alla pesca illegale.

Oltre al sequestro, gli uomini della Capitaneria di Porto hanno contestato e notificato al trasgressore – così come previsto anche dopo la recente legge regionale proposta dal consigliere Paolo Pagliaro – una sanzione amministrativa, che prevede il pagamento fino ad un massimo di 6.000 euro. Successivamente il prodotto ittico tutelato è stato rigettato in mare, in quanto gli esemplari di riccio risultavano ancora vivi.

Articoli correlati

Scoperti “furbetti” del cartellino, arrestati due dipendenti comunali

Redazione

Presunti abusi nel cantiere del gasdotto Tap, in 19 rischiano il processo

Redazione

Dopo l’incendio,7 anni di calvario rinasce a Campi salentina

Redazione

Fondi antiusura per agevolare alcune imprese: sequestro da 1,5 mln

Redazione

Strisce blu e privilegi, la parola ai cittadini

Redazione

Spacciava hashish in Piazza Sicilia, arrestato 20enne

Redazione