AttualitàPolitica

Ancora un Natale senza Sant’Oronzo

LECCE – Con l’accensione in centro delle luminarie natalizie, a Lecce inizia ufficialmente il Natale. In piazza Sant’Oronzo però c’è un grande assente: il Santo, la cui statua – ormai deteriorata, come è noto – avrà una copia da issare sulla storica colonna, ma ancora non pronta.

A esprimere delusione e rammarico per questa assenza è il Movimento Regione Salento, per voce del coordinatore cittadino Giancarlo Capoccia. “L’assenza di notizie sulla statua ci preoccupa – dice – considerato che, secondo quanto annunciato, avrebbe dovuto essere issata sulla colonna proprio in occasione di queste feste.

A giugno scorso – ricorda – grazie alla raccolta fondi con lo strumento ministeriale dell’Art Bonus, il Comune annunciò con enfasi l’imminente consegna della copia della statua di Sant’Oronzo. Inizialmente era prevista per agosto, salvo essere rinviata e promessa, appunto, entro la fine dell’anno.

Il finanziamento di oltre 240mila euro per il restyling – sottolinea Capoccia – è frutto della generosità della cittadinanza, segno tangibile dell’importanza attribuita al patrimonio della nostra città.

Ecco perché il Movimento Regione Salento esorta l’amministrazione a fornire chiarezza sullo stato della statua e mantenere le promesse fatte.

Inoltre è bene ricordare che il MRS, insieme ad altri 1.500 cittadini, ha chiesto la collocazione della statua originale del santo all’interno del Palazzo del Sedile, senza mai ricevere risposte.

A poche ore dalla sollecitazione, non tarda ad arrivare la replica.

La realizzazione della copia in bronzo prosegue nell’atelier della Fonderia Nolana Del Giudice, a Nola – fanno sapere da Palazzo Carafa – ed è in fase di completamento il processo di fusione dell’ultima tranche dei componenti dell’opera.

Ad una sollecitazione comunale, la Fonderia ha risposto in una nota ufficiale che

«la consegna dell’opera ai fini della sua installazione definitiva potrà essere eseguita entro la fine del mese di gennaio 2024», aggiungendo che «nonostante il buono stato di avanzamento dei lavori e nonostante la priorità accordata alla realizzazione della scultura, la complessità tecnica che connota le ultime fasi di realizzazione, impedisce al momento di offrire certezze», con l’impegno di fornirle non appena il completamento di tutte le parti permetterà di valutare i tempi di assemblaggio e di rifinitura.

Che il Natale sia arrivato è dunque certo. Sulla statua invece, chi vivrà vedrà.

Articoli correlati

Salomone: che il pass verde non sia inutile come l’App Immuni

Redazione

Tavolo del Centrodestra, Vitali dice sì all’invito di Cassano ma Schittulli: “Alcun tavolo sono in campagna elettorale”

Redazione

Ultimo confronto tra i 7 candidati alla presidenza della Regione: inviateci le vostre domande

Redazione

Manutenzione Unità Marina Militare, il Consiglio di Stato conferma annullamento aggiudicazione

Redazione

Medici di base, Pagliaro: vorremmo vaccinare, ma manca organizzazione

Redazione

Inchiesta al Comune, il partito comunista chiede le dimissioni di Consales

Redazione