Sport

Brindisi, questione stadio, si valutano diverse opzioni

BRINDISI – Porrebbero esserci problemi per il Brindisi. La scelta di indicare la Nuovarredo Arena come stadio alternativo nella domanda di iscrizione al campionato di Serie C, può essere più complicata del previsto.

Come spiegato dal sindaco di Francavilla Fontana, Antonello Denuzzo, l’impianto, seppur comunale, è in gestione alla Virtus, quindi, l’ultima parola spetta al presidente Antonio Magrì.

A poco è servito il fitto dialogo tra Denuzzo e il neo eletto sindaco di Brindisi, Pino Marchionna, con il primo cittadino francavillese che si farà portavoce della richiesta della società del presidente Arigliano.

Un passaggio in più che può complicare una scelta e un accordo che sembravano scontate o già chiuse.

Inoltre sembrerebbe che il numero uno della Virtus non abbia tutta l’intenzione di concedere l’impianto ai cugini brindisini.

Un problema in più, dunque, per gli adriatici che starebbero pensando ad altre soluzioni, anche fuori regione. Una situazione complicata che rischia di creare più di qualche disagio al sodalizio biancazzuro.

A.Contaldi

Articoli correlati

Nardò retrocesso d’ufficio? Intervento a muso duro della società e del sindaco Mellone

Redazione

Piccoli guantoni crescono: nel Salento i campionati italiani giovanili pugilato

Redazione

NBB, a Bologna contro la corazzata Virtus, al via i play off scudetto

Redazione

Brindisi, domenica di nuovo derby. Al Fanuzzi arriva il Taranto

Redazione

Basket A2, Nardò perde anche a Chiusi nell’ultima della regular season

Massimiliano Cassone

Il Taranto aggiunge esperienza con Infantino. Oggi amichevole con l’Afragolese

Redazione