Sport

Lecce, Baroni studia le mosse anti Milan

LECCE – Dieci reti Leao, otto Giroud. Il peso dell’attacco del Milan sulla difesa del Lecce. I due calciatori rossoneri hanno confezionato la qualificazione alla Semifinale di Champions League eliminando il Napoli.

E adesso tornano a concentrarsi sul campionato dove negli ultimi due turni hanno pareggiato, prima in casa contro l’Empoli e poi contro il Bologna.

Il passaggio di turno in Coppa dei Campioni ha forse cancellato definitivamente il Milan distratto e sprecone visto a cavallo tra la fine del girone di andata e l’inizio della fase di ritorno. Ma ad accentuare il ritardo dal Napoli capolista anche le sconfitte esterne di Firenze e Udine e il pareggio casalingo contro la Salernitana. Insomma contro le medio piccole la formazione di Pioli ha accusato delle pause: Sassuolo, Empoli e Salernitana hanno portato a casa bei ricordi e soprattutto punti. E così spera di fare pure il Lecce che si augura di trovare un Milan ancora preso dai bagordi della qualificazione alla Semifinale. Intanto con la restituzione dei 15 punti alla Juventus e con la nuova classifica il Milan scivola al quinto posto, a meno tre dalla Roma , quarta.

I rossoneri, pertanto, non vorranno perdere altro terreno dalla quarta posizione.

Il Lecce, da parte sua, non può perdere altro terreno sotto i propri piedi.

Il Milan potrebbe rinunciare a Giroud non al meglio della condizione. All’andata fu sfida tutta francese fra Umtiti e Giroud, campioni del mondo con la Francia, nel 2016 in Russia. Da tenere d’occhio un Leao in gran spolvero. Sulla catena di destra Baroni proverà a contenerlo con Gendrey e lo stesso Baschirotto. Sul fronte avanzato giallorosso, invece, Strefezza e Oudin, a supporto probabilmente di Ceesay, cercheranno di far vacillare la difesa rossonera.

I precedenti non sorridono al Lecce: in 18 incontri una sola vittoria per i giallorossi, 3 pareggi, 14 sconfitte.

L’unico successo risale all’ottobre 1997 quando il Lecce di Prandelli s’impose 2-1 sul Milan di Capello.

Giallorossi in vantaggio con Govedarica; poi al 6′ fu espulso il rossonero Savicevic; al 45′ il raddoppio del Lecce con Casale. Nel secondo tempo il Milan accorciò le distanze grazie a un autogol di Cyprien.

Articoli correlati

Lecce spietato: Del Duca espugnato. Ad Ascoli termina 0 a 2 per i giallorossi

Redazione

Taranto, il Grottaglie ne fa 3 ai baby

Redazione

Lecce, il giovane Pierno ceduto al Bitonto

Redazione

Gabriel: “Campionato difficile, Var nota positiva”

Redazione

Liguori: “Via del Mare determinante per l’esito del campionato”

Redazione

Lecce, Corvino premiato a Roma

Redazione