Attualità

Il bellissimo Castello Svevo di Brindisi apre le porte ai visitatori per il 50^ anniversario del San Marco

BRINDISI – Una delle grandi opportunità offerte a cittadini e turisti in occasione dei festeggiamenti del 50^ anniversario dell’insediamento del San Marco a Brindisi è rappresentata dalla possibilità di visitare il Castello Svevo, situato nel cuore del centro storico di Brindisi ed affacciato sulle tranquille acque del seno di Ponente del porto interno.

Questo maniero risale al 1227 e fu fortemente voluto dall’imperatore Federico II di Svevia come sua residenza e per ospitare le sue truppe. Il porto di Brindisi, tra l’altro, fu scelto dallo stesso imperatore come punto di raduno e partenza della sesta crociata.
I brindisini lo chiamano “Castello di terra” per distinguerlo da quello di mare, cioè il Castello Alfonsino.
Con molta onestà bisogna riconoscere che se oggi si trova ancora in ottimo stato è solo perché a custodirlo ed a mantenerlo ci sono stati gli uomini della Marina Militare.

Certo, oggi l’obiettivo che si intende raggiungere è quello di renderlo fruibile anche ai cittadini ed ai turisti e ciò che avviene in questi giorni rappresenta un primo esperimento in questa direzione. Le visite guidate vengono effettuate a cura dell’Associazione “Le Colonne” che già si occupa di effettuare lo stesso servizio nel Castello Alfonsino, su incarico della Soprintendenza.
Particolarmente suggestiva la piazza così come le sale espositive, una delle quali ospita una mostra sulla storia della brigata marina San Marco. Attualmente il Castello, di proprietà del Demanio dello Stato, è sede del comando Brigata Marina San Marco.

Inserire interviste a visitatori ed al maresciallo Giuseppe Simeone della Brigata San Marco.

Mimmo Consales

Articoli correlati

Dillo a Telerama: a Torre Rinalda spiaggia sporca e non accessibile ai disabili

Redazione

Festeggiamenti per i 50 anni di professione religiosa di Suor Giulia

Mario Vecchio

Apre a Roma la nuova sede dell’Accademia Artisti Studios

Mario Vecchio

Fermo pesca ricci, ripopolamento rilevante. Ora i ristori per i pescatori 

Redazione

Isabella e Alessandro Vespa (figlio di Bruno Vespa) hanno pronunciato il fatidico “sì” nella cattedrale di Oria

Redazione

Ballottaggio, incontro “segreto” con vertici Asl e dirigenti medici

Sergio Costa