AttualitàCronaca

Norme anti-Covid, gli ispettori ministeriali al lavoro da questa mattina in Tribunale

LECCE- Sono stati accolti dal presidente del Tribunale Toberto Tanisi al quarto piano, poi sono state loro assegnate delle stanze: due al quarto piano, due in Procura, due saranno invece in via Brenta. Rimarranno a lecce per tre giorni i sei ispettori inviati dal Ministero della Giustizia nel Tribunale di Lecce con a capo il magistrato Marcello Vescigno. Ispezioni che stanno avvenendo a campione in numerosi tribunali italiani.

Niente a che fare quindi con l’allarme rientrato completamente nelle scorse ore, sui casi di Covid nell’ufficio Gip. Sono ufficialmente tutti negativi infatti i tamponi effettuati sul personale che lavora nell’ufficio e sui tre magistrati. Niente a che fare quindi con l’allarme rientrato completamente nelle scorse ore, sui casi di Covid nell’ufficio Gip. Sono ufficialmente tutti negativi infatti i tamponi effettuati sul personale che lavora nell’ufficio e sui tre magistrati.

Il presidente Tanisi in questi giorni ha preparto un faldone con una corposa relazione sui documenti e i provvedimenti di quanto fatti in tutti questi mesi. Il compito degli ispettori è quello di controllare che i protocolli per il rispetto delle norme anti-covid siano stati e continuino ad essere rispettati. in mattina hanno incontrato i vertici del tribunale e il procuratore de castris. visiteranno aule, uffici corridoi, esaminaranno documentazione e colloquieranno anche con il personale per valutare in che modo sia stato rispettato il distanziamento e lo smart working. Durante questi tre giorni gli ispettori lavoreranno saranno anche nel tribunale civile di via Brenta.

Al termine redigeranno una relazione conclusiva.

M. Cos.

Articoli correlati

“A scuola con Emmanuel”: l’esperienza dei volontari incontra gli studenti

Redazione

La rapinatrice in trasferta: “L’ho fatto per amore”

Redazione

Droga vip a Maglie, silenzi e accuse respinte

Redazione

Incendiate le auto di un rappresentante e di un consulente

Redazione

Lapidati 7 cuccioli a Massafra, animalisti: “Basta massacri”

Redazione

Tracce di sangue nell’auto che trasportò Bianco: vittima forse uccisa nella Micra

Redazione