Attualità

Lunghe file alle Poste. Il sindaco di Surbo scrive al Prefetto

SURBO- Lunghe file all’esterno degli uffici postali soprattutto nei giorni del pagamento delle pensioni. Lo abbiamo documentato a Lecce, davanti alle Poste Centrali così come negli uffici periferici, in via Taranto ad esempio, e in viale Leopardi. Le norme anti-Covid non prevedono le attese per il turno all’interno della struttura e così gli utenti, spesso anziani, sono costretti ad aspettare fuori anche più di un’ora al freddo. Una situazione generalizzata che riguarda gli uffici postali di molti comuni della provincia e che in alcuni casi ha richiesto l’intervento dei sindaci.

E’ il caso di Surbo ad esempio, dove il primo cittadino Oronzo Trio non ha ottenuto alcuna risposta da Poste Italiane dopo la segnalazione, ad ottobre, di situazione insostenibile: in piazza Aldo Moro lunghe code e gente costretta in strada anche sotto la pioggia.

“Segnalazione, che -scrive il sindaco- è stata del tutto ignorata”. Ecco perché questa volta chiede l’intervento del Prefetto Maria Rosa Trio: “È prassi consolidata, in barba alla totale violazione delle regole sul distanziamento, il formarsi di assembramenti dentro e fuori a causa dell’esiguo numero di operatori e della conseguente estrema lentezza delle operazioni allo sportello. Per questo ritengo assolutamente improcrastinabile un intervento della società”.

Articoli correlati

Isabella e Alessandro Vespa (figlio di Bruno Vespa) hanno pronunciato il fatidico “sì” nella cattedrale di Oria

Redazione

Ballottaggio, incontro “segreto” con vertici Asl e dirigenti medici

Sergio Costa

Centrodestra: “Emiliano chiama alle armi i primari della Asl pro Salvemini”

Sergio Costa

A Brindisi premiati gli studenti con il premio “Honestas”

Andrea Contaldi

Incentivi e opportunità per le imprese, continuano i convegni informativi di Federaziende

Barbara Magnani

Arpal e Progetto Policoro a sostegno delle fasce più deboli

Andrea Contaldi