Cronaca

Truffa all’Inps da 250mila euro: falsi braccianti e reddito di cittadinanza senza diritto

LECCE – I controlli serrati dei carabinieri del Comando provinciale di Lecce, dei militari del Nucleo carabinieri ispettorato del lavoro e degli ispettori dell’Inps di Lecce, nell’ambito dei servizi disposti e finalizzati a contrastare il fenomeno delle truffe ai danni dello Stato, hanno consentito di scoprire 63 falsi rapporti di lavoro denunciati in agricoltura da un’azienda agricola leccese che operava anche a Surbo. I militari hanno smascherato l’amministratore unico di una società agricola che, oltre a denunciare fittiziamente i 63 rapporti di lavoro, percepiva anche euro 700,00 mensili come indennità a sostegno del proprio reddito a titolo di “reddito di cittadinanza”.

Nella specifica attività, è stata accertata una truffa ai danni dell’istituto previdenziale di circa 250.000 euro e sono stati denunciati i 63 falsi braccianti agricoli.

Gli appezzamenti di terreno nei quali sono stati denunciati i lavoratori, di fatto non erano mai stati nella materiale disponibilità dell’azienda agricola; i reali proprietari degli stessi erano infatti ignari che sulla denuncia dell’azienda agricola, oggetto di controllo, risultassero in carico quei terreni.

Articoli correlati

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione

Notte di fuoco a Matino: incendiata una Fiat Bravo di un 47enne

Redazione

Violenza sessuale di gruppo, medico e viceprocuratore ai domiciliari

Redazione

Dai vigili del fuoco l’allarme al Prefetto: “mancano mezzi e personale”

Redazione