Cronaca

Espulsa la “Bocca di rosa” di Poggiardo: “prostituzione in casa”

POGGIARDO- Come in una canzone di De André, stavolta è toccato a “Bocca di rosa” di Poggiardo essere al centro dei sospetti e destinataria di un provvedimento di espulsione. Nel pomeriggio e durante la sera, infatti, il viavai di uomini dalla sua abitazione era notevole, tanto da portare alcuni cittadini a confermare i dubbi della Polizia, che ha appurato che una 46enne colombiana esercitava lì, presumibilmente, attività di meretricio.

L’attività di indagine è stata espletata dagli agenti del Commissariato di Otranto: gli uomini accedevano a quell’abitazione dopo brevi telefonate e alcuni di loro, ascoltati dagli investigatori, hanno confermato di avere avuto rapporti sessuali con la donna, previo pagamento di somma di denaro, e di avere concertato incontri e tariffe direttamente con la prostituta.

La 46enne è risultata priva di permesso di soggiorno e dunque la sua presenza sul territorio nazionale era irregolare e non più sanabile. Per questo è stata rimpatriata nel paese di origine.

Articoli correlati

53enne appicca il fuoco nella sua casa e si dà alla fuga: arrestato

Redazione

Tonfo Alba Service, opposizione: “Ecco i soldi per salvarla”, ma per Provincia “E’ impossibile”

Redazione

Porto, assegnati lavori da 46 milioni di euro

Redazione

Rifiuti speciali lungo viale dello stadio: la segnalazione su dilloatelerama

Redazione

Scompare 14enne in vacanza nel Salento, ritrovata a Racale

Redazione

Furti in campagna e al supermercato, arresti e denunce a Carovigno e Mesagne

Redazione