Sport

Liverani col Toro, se non recupera Babacar, ha solo un attaccante

LECCE (di M.C.) – Come si presenterà in campo il Lecce contro il Torino? Se lo chiedono i tifosi, ci pensano gli addetti ai lavori, ma l’interrogativo al momento non può avere risposta perché mancano ancora dei giorni e seppur dalle comunicazioni ufficiali si leggano nomi che vanno e che vengono dal lavoro differenziato non c’è nessuna certezza da chi, come, e quando sia popolata l’infermeria giallorossa, perché lavorano blindatissimi.

Nota positiva il recupero di Calderoni che diventa ancora più importante perché coincide con la giornata di squalifica che dovrà scontare Dell’Orco.

Gli acciaccati sono Babacar, Farias, Gabriel, Meccariello Tachtisids e Petriccione, con quest’ultimo che potrebbe recuperare e sarebbe una manna caduta dal cielo vista l’assenza certa di Tachtsidis.

Gianluca Lapadula, 29 anni, attaccante del Lecce (foto P. Pinto)

Liverani potrebbe tornare al suo modulo naturale, il 4-3-1-2, e forse potrebbe esordire dal primo minuto Saponara sulla tre quarti con Falco e Lapadula in avanti e Mancosu come mezzala con Deiola e Majer se Petriccione non dovesse farcela, alternativa anche il nuovo arrivato Barak che però, fino a domenica, avrà avuto poco tempo per conoscere e capire questa sua nuova collocazione. In difesa dovrebbero agire Donati a destra, Lucioni e Rossettini centrali con Calderoni a sinistra e in porta potrebbe esserci Vigorito. E guardando uomini e numeri ci si accorge che Liverani in avanti con l’assenza di Babacar ha solo una punta di ruolo, Lapadula che comunque è fermo a quota 4 gol, perché come ben sappiamo Falco, che è l’unico che può spostare gli equilibri in positivo, non è una punta. A questo aggiungiamo anche l’assenza certa di Farias e la sterilità in avanti diventa ancora più evidente.

Non è un momento facile per il Lecce ma sbirciando in casa Toro ci si accorge che anche i granata hanno da sbrigliare intricate matasse.

Mazzarri, che siede su una panchina ormai bollente, oltre agli squalificati squalificati Izzo e Lukic rischia di non poter contare nemmeno su Ansaldi, Baselli e Zaza che continuano a lavorare in differenziato mentre Bremer, autore della doppietta nella gara di Coppa Italia persa col Milan 4 a 2, continua con le terapie dopo il problema al polpaccio riscontrato proprio contro i rossoneri.

Sarò una sfida tra due tecnici e due squadre che dovranno dare il 110% per sopperire ai tanti problemi.

Il Toro vuole uscire da una crisi giunta con la sconfitta interna per 7 a 0 contro l’Atalanta in casa alla quale è seguita l’eliminazione di Coppa con il Milan.

Il Lecce nelle ultime 6 gare ha totalizzato un punto e ancora non ha vinto di fronte al proprio pubblico.

Ci sono tutti gli ingredienti per assistere ad una bella gara: appuntamento al Via del Mare di Lecce alle ore 18 di domenica 2 febbraio.

Articoli correlati

Ecco Pierret: il nuovo Lecce prende forma

Redazione

Lecce, campagna abbonamenti 2024\25: venerdì la presentazione

Redazione

Lecce, Maleh torna alla base: futuro da decidere

Tonio De Giorgi

Taranto, c’è attesa per la programmazione

Francesco Friuli

New Basket Brindisi, campagna abbonamenti all’orizzonte

Massimiliano Cassone

Lecce, Maleh resta o va?

Tonio De Giorgi