Eventi

“Falso cieco”, ma va al mercato. Sequestrati beni per 154 mila euro.

MARUGGIO – ”Cieco assoluto”, ma solo sulla carta. i  militari delle Fiamme Gialle lo hanno beccato mentre era al mercato intento a scegliere la merce migliore. Così è finito nei guai un 79enne di Maruggio, in provincia di Taranto. 

I militari della Compagnia di Manduria hanno eseguito, in queste ore, un decreto di sequestro preventivo, finalizzato alla confisca “diretta o per equivalente”, di beni e disponibilità finanziarie per un valore complessivo di 154 mila euro nei confronti dell’anziano. La misura cautelare, disposta del gip del Tribunale di Taranto, è l’epilogo di un’ indagine condotta a febbraio dalla Guardia di Finanza, che ha accertato che il pensionato ha percepito dall’INPS, sin dall’anno 2002, l’indennità di accompagnamento riservata alla categoria degli invalidi civili, per “cecità assoluta”.

Nel corso dell’attività investigativa, eseguita anche con pedinamenti e filmati, i militari hanno appurato come l’uomo fosse in grado di svolgere tutte le proprie mansioni quotidiane in modo autonomo, denunciandolo per il reato di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche. L’anziano, infatti, circolava autonomamente a piedi per le strade del paese, attraversava la strada dirigendosi verso le strisce pedonali, faceva la spesa, scegliendo con cura la merce da acquistare, contando il denaro ricevuto come resto e si soffermava, anche, a leggere i cartelli pubblicitari. L’ammontare dei beni sottoposti a sequestro è pari al totale complessivo delle indennità percepite indebitamente in 17 anni.

Articoli correlati

La festa dei Lampioni pronta ad “illuminare” Calimera

Antonio Greco

Pietro e Paolo, i santi “influencer” che uniscono la comunità galatinese

Redazione

Dal 15 al 25 luglio torna il festival “Teatro dei luoghi” con 18 diversi spettacoli

Barbara Magnani

Veglie, tre giorni di festa per S. Giovanni Battista

Redazione

Notte della Taranta, nuovo CDA: presidente Massimo Bray

Redazione

Un calice di buon vino a bordo piscina con “AperiAis”

Barbara Magnani