Sport

Lapadula e la mascherina protettiva

LECCE (di M.C.)– Tanta curiosità, specialmente sui social, per capire il motivo della mascherina protettiva indossata, inizialmente, dall’attaccante del Lecce Gianluca Lapadula, che nella prima uscita amichevole contro il Gherdeina ha segnato un gol molto bello.

Il calciatore originario di Torino non ha avuto nessun tipo di infortunio al naso in questo ritiro, nulla è stato comunicato alla stampa dal responsabile della comunicazione della squadra giallorossa, e come testimonia la sua prestazione nella prima amichevole della stagione sta benissimo e non ha nessun problema.

Lapadula nella gara col Sassuolo, continuò a giocare infortunato (foto web)

Andando a ritroso nel tempo ritroviamo però una sua bruttissima esperienza durante la gara Genoa – Sassuolo: infatti dopo un contatto fortuito col portiere avversario Consigli subì la dislocazione alla piramide nasale e fu operato immediatamente, la sera stessa, presso l’ospedale San Martino, intervento perfettamente riuscito.

Dunque, ci sembra logico pensare che quando decide di indossare la mascherina protettiva lo fa soltanto a scopo precauzionale, ed è sempre meglio prevenire.

Nessun allarme ma solo un po’ di cautela; d’altronde Lapadula è stato sempre considerato un guerriero, un combattente, e proprio dopo quello quello scontro continuò a giocare in modo stoico e soltanto alla fine della gara andò in ospedale dove fu operato; ed è proprio questo suo lato caratteriale, oltre alle sue doti calcistiche, che potrebbero aiutarlo ad esplodere a Lecce, terra che ama chi non molla mai.

Articoli correlati

Questa sera Torino – Lecce su TeleRama

Redazione

Casarano, il presidente Maci incontra la squadra prima della partenza per il ritiro

Redazione

Lecce, Gotti: “A Salerno partita per gente vera”

Tonio De Giorgi

Serie C, per la Virtus Francavilla primo successo esterno: 3-1 contro la Turris

Redazione

Di Chiara: “Ce la giocheremo fino in fondo”

Redazione

Il Gallipoli prepara l’assalto alla Puteolana

Redazione