AttualitàSport

Stadio Via del Mare non più in vendita: urgono lavori, sarà dato in concessione per 30 anni

LECCE- Suscitò non poca perplessità l’inserimento dello stadio Ettore Giardiniero, più noto come Via del Mare, nell’elenco dei beni da alienare da parte del Comune di Lecce. Ora, il commissario straordinario Ennio Maria Sodano decide di intraprendere un altro percorso: lo stadio è stato stralciato dalla lista del patrimonio in vendita ed è stata revocata la delibera di giunta del 13 dicembre scorso con cui veniva approvata la sottoscrizione dell’accordo di collaborazione per la valutazione immobiliare dello stadio con l’Agenzia delle Entrate.

Si è optato, invece, per la concessione del diritto di superficie della struttura e dei parcheggi di tribuna est e tribuna centrale per trent’anni ad un privato, da individuarsi con un apposito bando di gara. E questo dopo aver effettuato una perizia per stimare il valore della concessione, compito affidato al professore Pierluigi Morano, docente di Architettura e Ingegneria edile del Politecnico di Bari, a fronte di un compenso di 30mila euro.

C’è una ragione ben precisa che ha portato a questa scelta: urge effettuare lavori, anche e soprattutto in vista del prossimo campionato. Il 15 marzo scorso, infatti, la Lega nazionale professionisti Serie B ha comunicato al Comune e all’Us Lecce le prescrizioni, post- sopralluogo, da rispettare perché necessarie per rendere l’impianto conforme alla normativa federale, indicando quale termine perentorio per l’esecuzione degli interventi il 10 giugno prossimo. A questi si aggiunge la necessità di provvedere ai lavori straordinari nella tribuna est, il cui collaudo statico varrà fino a fine anno, e in questo caso il costo delle opere è di oltre 2,6 milioni di euro. Non solo. Come ha stabilito il tecnico comunale dello stadio nel febbraio scorso, per adeguare l’impianto ai requisiti minimi necessari per l’iscrizione al prossimo campionato la stima dei lavori ammonta a 4,7 milioni di euro. Soldi che il Comune non ha a disposizione. Anche per questo, oltre che per velocizzare i tempi, si è deciso per la concessione del diritto di superficie, esplicitamente finalizzata alla ristrutturazione e alla gestione del Via del Mare.

In ogni caso, chiunque se lo aggiudicherà, dovrà garantire l’utilizzo da parte della squadra della città, ora Us Lecce, e garantire anche dieci giornate di fruizione gratuita all’anno da parte del Comune in prima persona o tramite terzi per iniziative e manifestazioni. In questo modo, in sostanza, il Comune evita di sobbarcarsi i costi della manutenzione straordinaria, che, in virtù della concessione oggi in essere, spetterebbe a Palazzo Carafa.

Articoli correlati

“Follow me!” Il volontariato al tempo dei social

Andrea Contaldi

Punto d’incontro tra le aziende e la base logistica dell’Onu

Andrea Contaldi

Ex ospedale Poggiardo: Pagliaro: “Criticità irrisolte dopo 14 mesi da mia ispezione”

Redazione

Maturità 2024, oggi la prima prova: studenti soddisfatti

Elisabetta Paladini

Salento in bus: riparte il servizio

Antonio Greco

Lupiae Servizi, la dura replica di Pagliaro dopo l’attacco di Salvemini

Sergio Costa