Cultura

A Minervino si rinnova il rito delle Tavole di San Giuseppe

MINERVINO – Non è solo una tradizione, radicata nel tempo, ma una forte devozione che si trasmette di generazione in generazione. Un vero e proprio patrimonio che si tramanda, l’impegno di un’intera comunità, quella di Minervino, e le suggestioni che luoghi storici possono regalare. Sono le tavole di San Giuseppe, in onore del Santo, amato dalla cittadinanza, dispensatore di grazie, guarigioni e miracoli, ammirate da migliaia di persone giunte da tutto il Salento e non solo.

13 pietanze, dal pane alla pasta, dalle verdure al pesce fritto, sino ai dolci. Piatti “santi”, preparati dai devoti, donne e uomini che da secoli onorano in questo modo il loro santo. Tavole curate nei minimi dettagli ed imbandite con i prodotti della terra e i piatti tipici della tradizione contadina.

Un evento atteso con sentimento e partecipazione, il pane è l’emblema della tavola, tutti in fila per assaggiare il cibo benedetto offerto simbolicamente alla cittadinanza e ai tanti personaggi che come ogni anno vestono i panni dei 13 santi e sante seduti attorno alla tavola.

Articoli correlati

Tesi di laurea dedicate a Bodini: oggi la premiazione a Nardò

Redazione

Camassa, il pittore che “resuscita” le icone: il Medioevo diventa contemporaneo

Redazione

A San Massimiliano Kolbe la spada di San Michele che porta la pace

Redazione

San Donato e Galugnano città universitaria: da marzo i corsi dell’Accademia delle Belle Arti

Redazione

Alessandra Amoroso verso il Sì: matrimonio vip in città?

Redazione

Fare di Gallipoli un luogo di “perdizione culturale”: si chiude Liber Libri

Redazione