Cronaca

Rifiuti, dopo sentenza Consiglio di Stato arriva commissario per costi di smaltimento

LECCE- Dopo la sentenza del Consiglio di Stato, giunge un nuovo commissario per i costi di smaltimento delle scorie. La sentenza – ha dichiarato l’avv. Luigi Quinto – si occupa di un aspetto marginale della vicenda relativa all’incremento della tariffa di smaltimento e non incide sulle somme già riconosciute al gestore con sentenza definitiva dello stesso Consiglio di Stato dello scorso anno. E’ infatti relativa al solo incremento dovuto allo smaltimento delle scorie che incide sulla tariffa complessiva per appena il cinque per cento. Il Giudice d’appello, nel confermare l’annullamento del modesto incremento tariffario già disposto dal TAR, non ha negato il diritto di Progetto Ambiente ad ottenere quell’ulteriore incremento, limitandosi a rilevare un vizio di forma del provvedimento del commissario ad acta che aveva riconosciuto quell’adeguamento. Alla determinazione –conclude Quinto– dell’adeguamento per quella voce dovrà ora provvedere un nuovo commissario ad acta, che si è già insediato. E’ rilevante, invece, ma la questione è stata sottaciuta dall’ATO, che il Consiglio di Stato – si legge in sentenza – ha respinto la principale tesi dell’ATO secondo cui l’aumento tariffario per le scorie sarebbe contenuto nell’incremento già riconosciuto dal Consiglio di Stato con la precedente definitiva sentenza.

Articoli correlati

Lecce, truffa da 67 milioni di euro con i Superbonus 110. Dodici indagati

Mario Vecchio

Cocaina in camera da letto, arrestato un 43enne

Redazione

Azzannata da un cane di grossa taglia, non ce l’ha fatta la donna di 98anni

Redazione

Distribuiva online banconote false in Italia e all’estero: arrestato

Redazione

Droga, 31 arresti e maxi sequestro di beni da 2 milioni

Erica Fiore

Incidente in tangenziale est: perde il controllo dell’auto e finisce contro lo spartitraffico

Redazione