Cronaca

Vino da salvare: firma per il rilancio della cantina cooperativa di Campi

GUAGNANO- Una firma per il rilancio di una storica cooperativa agricola, che rappresenta oltre 2mila soci: in mattinata, nella sede di Coldiretti Lecce, alla presenza dei dirigenti della federazione, è stato sottoscritto il protocollo d’intesa che sigla il matrimonio tra l’azienda Feudi di Guagnano e la cantina di Campi Salentina.

La prima, tra le eccellenze pugliesi per la produzione di Negroamaro, metterà a disposizione competenza tecnica e commerciale, acquisiti in anni di presenza sui mercati nazionali ed internazionali. La seconda, invece, metterà a disposizione (riscuotendo un canone di locazione) dell’azienda Feudi di Guagnano parte della storica struttura e dei macchinari.

“Si tratta di un vero e proprio esperimento sociale tra due realtà diverse che si mettono insieme per provare a creare una sinergia virtuosa a beneficio di un patrimonio del territorio”, dice Gianvito Rizzo, amministratore di Feudi di Guagnano. Che aggiunge: “Peraltro se una cantina fallisce, struttura e mezzi devono ritornare nelle mani dello Stato poiché hanno goduto di un regime fiscale agevolato. E in un momento di crisi che sta determinando la chiusura di tante strutture storiche del Salento, abbiamo sentito di doverci impegnare per evitare che la stessa sorte tocchi alla realtà campiota, salvando di conseguenza il posto di lavoro di tante famiglie salentine”.

Articoli correlati

Discarica abusiva, rifiuti pericolosi alle porte del paese

Redazione

Canoa alla deriva, tratte in salvo 3 persone

Redazione

Bus, abbonamenti agevolati per anziani e studenti

Redazione

‘Amiche da morire’: la Puglia paga, la Sicilia gode

Redazione

Tap, Emiliano chiede di essere ascoltato dalla Procura di Milano

Redazione

Tricase, si chiude contenzioso su comunità psichiatrica: scongiurati risarcimenti per 8 milioni

Redazione