Cronaca

Cerano, ok alla nuova autorizzazione con i No di Comune di Brindisi e Ministero della Salute

BRINDISI- Nuova autorizzazione integrata ambientale rilasciata oggi alla centrale Enel di Cerano. È la “patente” che stabilisce come l’impianto può continuare ad operare. La conferenza dei servizi si è riunita oggi a Roma e ha deliberato l’ok al riesame dell’Aia, nonostante il fermo parere contrario di Comune di Brindisi e Ministero della Salute.
Per la sindaca Angela Carluccio “si è ottenuto comunque il risultato concreto di impegnare Enel, sui gruppi 1 e 2, a realizzare (o mediante miglioramenti dell’esistente o con l’installazione di filtri a manica, opzione quest’ultima gradita al Comune) la diminuzione delle emissioni massicce di circa 100 tonnellate di polveri all’anno”.

La questione sanitaria potrebbe essere posta ora dinanzi al Consiglio dei Ministri, per dirimere il conflitto emerso in conferenza dei servizi, dopo i rilievi espressi da Comune e Ministero.Accolta anche la richiesta che tutti i sistemi di controllo e monitoraggio delle emissioni, attualmente presenti e di futura installazione, prevedano un trasferimento dei dati all’amministrazione comunale, previa validazione dell’Arpa.

Articoli correlati

Anziano rischia di annegare, salvato da tre piccoli eroi

Redazione

Precipita dalla scogliera di S. Andrea e si ferisce gravemente. Soccorso in mare per un 38enne

Redazione

Sostegno utenze Iacp: 3,3 milioni per i debiti con Aqp

Redazione

Catena Fiorello: “Attaccata ingiustamente, non tornerò a Lecce mai più”

Redazione

Pezzo di cornicione giù dal quarto piano: paura in via Indino

Redazione

Operaio morto: si indaga per istigazione al suicidio

Redazione