Cronaca

Tragico schianto sulla litoranea, muore giovane centauro

SAN CATALDO- Per cause ancora in corso di accertamento non è riuscito a mantenere  il controllo della moto sulla quale viaggiava ed ha perso la vita. Il drammatico impatto si è verificato sulla San Cataldo San Foca. Antonio Tafuro, 26enne di San Pancrazio era a bordo della sua Yamaha r6, era all’altezza di una curva, quando non è più riuscito a controllare la due ruote ed è sbalzato violentemente sull’asfalto. Sul posto, allertati dagli automobilisti di passaggio sono immediatamente giunti i sanitari del 118. Ai soccorritori la situazione è apparsa subito molto grave. L’ambulanza ha iniziato la sua corsa verso l’ospedale Vito fazzi di Lecce, ma purtroppo il tentativo di salvargli la vita è stato vano: il suo cuore ha cessato di battere poco dopo l’arrivo nel nosocomio leccese. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Melendugno, ora al lavoro per tentare di ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente.

Il giovane indossava regolarmente il casco che però non è stato sufficiente a tenerlo in vita, è deceduto a causa delle gravi ferite riportate.

 

Foto Stefano De Tommasi

Articoli correlati

Call Center: futuro nero per i 113 lavoratori a tempo indeterminato

Redazione

Feta e conserve scadenti, maxi sequestro al porto di Brindisi

Redazione

“Io licenziato ingiustamente”, Cristian chiede di essere ascoltato

Redazione

Opere edilizie abusive, scatta il sequestro della Forestale

Redazione

Si tuffa dalla scogliera, 28enne finisce in ospedale

Redazione

Accorpamento sale operatorie. Vertice dal prefetto Gorgoni: “Faremo nuove verifiche”

Redazione