Cronaca

Ammacco in farmacia comunale: sequestrati beni di Spano

NARDO’- I 135 mila euro sottratti alle casse della farmacia comunale di Nardò, non sono più recuperabili. Dissipati per acquistare interi blocchetti di gratta e vinci , per stessa ammissione dell’ex Presidente del consiglio d’amministrazione della farmacia, Giuseppe Spano, 50 anni, indagato per peculato e falso in bilancio.
Ecco perché gli uomini della sezione di Polizia giudiziaria della Finanza al comando del colonnello Francesco Mazzotta, che ha seguito le indagini, hanno eseguito in queste ore il sequestro per equivalente dei beni dell’uomo: il suo appartamento, a Nardò, ed una Renault Megane.  Beni congelati, in attesa del processo.

Il sequestro preventivo è stato disposto dal gip Sernia su richiesta del pm Antonio de Donno, che ha seguito l’inchiesta sin da quando sul tavolo della procura, il 20 maggio scorso, è arrivato l’esposto del sindaco di Nardò Marcello Risi. Sollecitato dai suoi consiglieri revisori dei conti, il primo cittadino aveva segnalato il maxi ammanco nel bilancio della farmacia di via della costituzione, gestita da una società mista pubblico- privata di cui spano, ancora oggi dipendente di un istituto di credito, era il presidente.

Ad indagini già avviate la svolta della clamorosa confessione, tra le lacrime, di Giuseppe Spano, davanti al pm De Donno e al colonnello Mazzotta. Il denaro, incassato dalla farmacia, ma mai versato sul conto bancario, era stato preso da lui e speso ai gratta e vinci in un arco di tempo tra gennaio ed aprile 2014. Ha raccontato di essere affetto dall’incontrollabile dipendenza dalle lotterie istantantanee e di aver dilapidato tutto nelle ricevitorie nel paese. Dichiarazioni confermate dai tabaccai del paese che agli inquirenti hanno raccontato di come spano acquistasse interi blocchetti di gratta e vinci , arrivando a spendere anche 15 mila euro al mese.

Se spano abbia fatto tutto da solo lo accerteranno le indagini che al momento non sono ancora chiuse.

 

Mariella Costantini

Articoli correlati

Dai vigili del fuoco l’allarme al Prefetto: “mancano mezzi e personale”

Redazione

L’allarme dell’Antimafia: “Boom di droghe sintetiche e turismo sorvegliato speciale”

Erica Fiore

Spaccio e boss che “dominano” dietro le sbarre: DIA, il primo report del 2023

Erica Fiore

Rissa all’esterno della discoteca: 5 denunce

Redazione

Taranto, sparatoria Tramontone: la svolta

Redazione

Perder il controllo della propria auto e distrugge il “Cristo in Croce”

Redazione