Sport

Taranto, play off: futuro e procura. Tanti punti interrogativi

TARANTO- Gara da vincere quella di domenica contro il Marcianise per il Taranto, match valido per il primo turno play off. All’ombra però dell’impegno che i rossoblu’ non vogliono fallire per non lasciare nulla di intentato, ci sono tante situazioni sulle quali aleggia un grande punto interrogativo.
Intanto l’incognita legata al ripescaggio che non è affatto scontato ma la squadra deve comunque fare il suo compito in campo. Poi ancora la vicenda della presunta combine tentata alla vigilia della partita con il Matera e che prontamente è stata denunciata su segnalazione dei giocatori tarantini. In questo caso la piazza chiede tempi brevi alla Procura che sta cercando di fare luce sull’episodio. Si chiede di stabilire la verità prima che vengano stilati i calendari della prossima stagione.

Infine altro nodo da sciogliere è quello riguarda l’inserimento nel quadro dirigenziale di nuove forze economiche in previsione di un campionato di Lega Pro. In questo senso già da tempo la società pare stia lavorando nel dietro le quinte dei riflettori mediatici per cercare di dare seguito a quanto di buono fatto nella stagione in corso.

A questo proposito indiscrezioni riportano di un incontro a cui avrebbero preso parte il presidente Nardoni,  Dario Boldoni, ex dirigente del Napoli dell’era Ferlaino, e l’imprenditore campano Domenico Cerrutti, patron della squadra dell’Agropoli che milita nel Girone I della Serie D. Tema dell’incontro naturalmente il futuro del club rossoblu’. Un’intesa che sembra essere possibile ma comunque legata anche al nodo della presidenza che Nardoni vorrebbe continuare a ricoprire. Su questo aspetto ci sarebbero delle obiezioni.

L’incontro si sarebbe svolto lontano da occhi indiscreti e per il momento non c’è ufficialità dei contenuti espressi. Intanto però la squadra è chiamata ad un importante step. L’incontro play off con il Marcianise, squadra incontrata nella fase finale del torneo regolare e che finito in parità ha spianato la strada della vittoria finale al Matera.

I tifosi sono in fermento e promettono uno Iacovone dalle grandi occasioni. Il tecnico Papagni sta preparando la squadra con meticolosità. Qualche dubbio riguarda la presenza del difensore laterale destro Viscuso, le cui condizioni saranno valutate nelle prossime ore. Il taranto dovrà fare a meno anche di Ciarcià, Clemente, Carloto e D’Angelo per squalifica. Assenze pesanti per un match in cui conta solo la vittoria. Definita anche la terna aribitrale. Il fischietto della gara sarà Federico Dionisi di L’Aquila mentre i suoi assistenti saranno Felice Sante Marinenza e Alessandro Rotondale di L’Aquila.

 

Articoli correlati

Lecce, Piccoli sfida presente e forse futuro

Redazione

Lecce, Bollini fa posto a Moscardelli

Redazione

Gioiella Prisma Taranto, giovedì play off trasferta a Cisterna di Latina

Redazione

Lecce-Venezia sarà arbitrata dal sig. Baroni di Firenze

Redazione

Coppa Italia – Lecce-Como a Rutella di Enna

Redazione

Brindisi, lavoro intenso e categoria da difendere

Redazione