Cronaca

Rapina con sparatoria, arresto-lampo

MAGLIE (LE)  – E’  ancora in ospedale, ma guarirà in 30 giorni Donato Bello, vittima della sanguinosa rapina avvenuta ieri mattina nella tabaccheria di sua proprietà, a Maglie. L’uomo è stato raggiunto alla gamba da un proiettile esploso dall’autore del colpo, Antonio Di Cagna, di Scorrano, arrestato subito dopo, braccato dopo un inseguimento dai cc della stazione di scorrano.

L’uomo non aveva esitato a sparare dopo la reazione del titolare. Entrato nella tabaccheria con il volto coperto da un passamontagna arancione, aveva tentato di dileguarsi a bordo di un’Ape, trovata poi vicino casa a Scorrano.

Nel cruscotto c’era ancora il passamontagna.  Antonio Di Cagna, 36 anni, è stato trovato dai carabinieri, mentre camminava in bicicletta.

Per bloccarlo,  la pattuglia dei militari ha dovuto ingaggiare una colluttazione.

Articoli correlati

Alba Service, i dipendenti chiedono accesso agli atti: “Ci sono stati i tagli al Cda?”

Redazione

Castrignano del Capo, controlli a largo raggio: 8 denunce

Redazione

Gioco, dissequestrati 51 beni personali dei De Lorenzis

Redazione

Omicidio San Cesario, preso il latitante: ora si cercano i suoi fiancheggiatori

Redazione

Cerano, la foto choc sulle polveri. No al carbone: “Coperture inefficienti”

Redazione

Sub scomparso, le ricerche continuano. Ritrovati pallone e fucile

Redazione