Attualità

Chiama i carabinieri per un’auto in fiamme, ma il piromane era lui. Arrestato

SURBO – Chiama i carabinieri per un’auto in fiamme, ma il piromane era l’autore della telefonata.

I Carabinieri di Surbo, in collaborazione con i colleghi di San Cesario e della sezione radiomobile di Lecce hanno arrestato un 31enne, Marco Zecca, ritenuto l’autore dell’incendio di una Fiat Panda. L’uomo è stato immediatamente individuato grazie al supporto delle videocamere di sorveglianza che l’hanno immortalato proprio mentre appiccava il fuoco. Durante le indagini i carabinieri hanno trovato anche una bottiglia con del materiale infiammabile e due accendini. L’episodio è avvenuto alla periferia di Surbo poco prima delle 23, in piazzetta Ruffili, nei pressi di via d’Aurio, la strada che conduce anche alla marina di Torre Chianca. A scatenare l’ira del piromane sarebbero stati alcuni diverbi con i vicini per il parcheggio dell’auto nei pressi della sua abitazione.

La vettura in fiamme era una panda di proprietà di una 55enne del luogo. Una volta giunti sul posto, i vigili del fuoco hanno potuto fare ben poco poiché le fiamme avevano ormai divorato il veicolo, riducendolo in lamiera. Il loro intervento è comunque stato utile ad evitare ulteriori danni delle fiamme alle abitazioni vicine.

 

 

 

Articoli correlati

Covid: in Puglia 2 morti e 4.223 nuovi casi

Redazione

Fallisce Trony, 50 lavoratori a rischio

Redazione

La denuncia di CGIL: “The Space Cinema licenzia in tronco e scarica il costo della crisi sui lavoratori”

Redazione

Ilva, domani tutti da Di Maio. Si esaspera la lite Pd-M5s

Redazione

L’appello di Emiliano a chi sta scappando dal Nord: “Fermatevi e tornate indietro. Non portate nella vostra Puglia l’epidemia”

Redazione

“Uscita tangenziale buia e pericolosa”, la segnalazione a Dilloatelerama

Redazione