Attualità

Erosione costiera, Amadei (Geologi): monitorare le zone a rischio

PUGLIA – Il Salento e la Puglia continuano a sbriciolarsi sotto i colpi del tempo e, soprattutto, dell’incuria, di nuovi e vecchi abusi del territorio e di costanti, graduali e oramai inevitabili cambiamenti climatici.

La natura si riappropria dei suoi spazi. L’erosione costiera diventa così un fenomeno con il quale dovremo essere costretti a fare i conti. Dopo i recenti crolli di falesie, la costa tra Melendugno e Otranto resta attenzionata. Nel frattempo si cercano possibili rimedi tra pastoie burocratiche e scarsi finanziamenti. “Si è abusato troppo del territorio, ora è necessario monitorare subito tutte le aree a rischio erosione costiera”. Lo ha affermato la presidente dell’Ordine dei Geologi di Puglia, Giovanna Amadei, intervenuta oggi durante il talk di Telerama.

 

Articoli correlati

La “Giornata del mare” per informare e sensibilizzare

Redazione

Bollettino covid: 8.420 nuovi casi, 14 decessi

Redazione

Il salentino Luigi Ratano alla guida della Fondazione Geometri dei collegi di Puglia

Redazione

Vertice trivelle, l’avvocato Sisto: La legge regionale? Proposta eco-compatibile e possibile

Redazione

Cittadella della Ricerca Brindisi, Pagliaro: “La Regione partecipi a piano di rilancio per ridare centralità al polo tecnologico salentino”

Redazione

Cassa Integrazione Alba Service, il sindacato Cobas sollecita la Regione

Redazione