Attualità

Al concerto dei Negramaro “tutto scorre”… tranne il traffico

GALATINA – Non ha tradito le aspettative, almeno dal punto di vista dello spettacolo, il grande atteso concerto dei Negramaro andato in scena all’aeroporto militare di Galatina per celebrare i primi 20 anni di carriera della band salentina. Una serata entusiasmante per i circa 40 mila, è il caso di dire, fortunati presenti. Arrivare all’evento non è stato facile: code chilometriche -già molte prima dell’inizio fissato alle ore 21- si sono verificate sulla SS 101 e vie limitrofe, con auto bloccate e traffico in tilt. Una volta posteggiata l’auto nei luoghi adibiti, gli spettatori hanno poi dovuto camminare chilometri prima di accedere al concerto. Ma c’è anche a chi è andata peggio e che in questo caos non è riuscito proprio ad arrivare al concerto o che una volta raggiunto l’apposito parcheggio, già pagato in anticipo, ha trovato tutto pieno. Insomma, disagi, rabbia e amarezza, subito riversate su social, con decise accuse all’organizzazione del tutto assente, dicono molti post. La raccomandazione era arrivare con anticipo entro le 18.30 e così in molti hanno fatto, ma questo non è servito ad evitare di restare imbottigliati in code arrivate quasi a 10 km. Disagi si sono verificati poi anche in uscita con auto incolonnate fino a notte inoltrata prima di riprendere la marcia verso casa.
Al netto di queste evidenti problematiche il concerto, iniziato dopo circa 45 minuti rispetto all’orario stabilito proprio per consentire agli spettatori in coda di arrivare, è stato un grandissimo successo e un susseguirsi di emozioni grazie allo show travolgente dei Negramaro arricchito dalla presenza di tanti artisti, da Ariete a Samuele Bersani, da Aiello fino a Rosa Chemical, passando per Nicolò Fabi, Sangiovanni, Malika Ayane, fino ad arrivare a Fiorella Mannoia, Diodato ed Ermal Meta. Emozionante l’arrivo sul palco di Elisa, con cui Giuliano Sangiorgi ha duettato sulle note di Diamanti e Basta Così. Tutti a omaggiare i due decenni di musica della celebre band salentina che ha fortemente voluto festeggiare in casa l’importante ricorrenza. Dai primi successi che hanno reso celebri Giuliano, Lele e gli altri, fino alle ultime hit amatissime dal pubblico. Filo conduttore della serata, il forte legame tra la band ed il Salento. 

Articoli correlati

Crolla una parte del solaio, paura all’alba in un condominio in via Bari

Redazione

Burian soffia forte, sarà una settimana gelida

Redazione

In tribunale uno sportello che dà supporto alle famiglie in crisi

Redazione

Taranto Nasisi: pubblicata la gara per la nuova stazione

Redazione

Covid, Report Asl: quasi 5mila casi in più in una settimana nel Leccese

Redazione

Bandiere Blu: Puglia seconda in Italia, fuori Otranto e le Isole Tremiti

Redazione