Attualità

Brindisi – finalmente qualche spiraglio per Cala Materdomini

BRINDISI – Cala Materdomini, la prima spiaggia attrezzata pubblica della città di Brindisi, potrebbe tornare a funzionare già a partire dai prossimi giorni. I gestori del lido hanno formulato una richiesta in tal senso alla Procura della Repubblica visto che continua ad essere in atto un sequestro di un’ampia area adiacente ai servizi di ristorazione dove proprio i gestori avevano realizzato degli spazi con pavimentazione in pietra in palese violazione delle  normative in campo urbanistico.

Adesso quella pavimentazione è stata rimossa e da qualche ora ci sono anche degli addetti che stanno provvedendo a potare il verde pubblico. E’ probabile, pertanto, che lo stabilimento balneare del Comune di Brindisi torni ad essere pienamente funzionante già a partire da questa settimana. Allo stato attuale i bagnanti possono utilizzare solo il tratto di sabbia, mentre sono chiusi i servizi igienici, le docce e tutti i servizi legati alla ristorazione. La pulizia del bagnasciuga viene effettuata da Ecotecnica per conto del Comune, mentre non ci risulta che sia attivo un servizio di salvamento.

La cosa che crea sconcerto è che si sia giunti fino a luglio prima di porre rimedio ad un provvedimento di sequestro che risale al mese di febbraio. Lungaggini della burocrazia che certamente non fanno bene ai tentativi di rilancio dell’economia del territorio che, come è noto, passano proprio attraverso le capacità ricettive e turistiche. E disporre di uno stabilimento balneare pubblico a pochissimi chilometri dalla città rappresenta un valore aggiunto che non può rimanere inattivo per così tanto tempo.

E la stessa cosa vale – ovviamente – anche per gli altri stabilimenti balneari di proprietà comunale che devono ancora diventare fruibili.

Mimmo Consales

Articoli correlati

A “Visti da Vicino” l’assessore regionale Sebastiano Leo

Redazione

Il giorno dell’esodo: traffico da bollino nero anche nel Salento

Redazione

Domani primo consiglio camerale dopo il “caso Prete”, ma i temi caldi sono tabù

Redazione

Usca: 32 infermieri e 16 medici per tutto il Leccese. I sindacati: “è collasso”

Redazione

Emme Come…: Mauro Scarpa e il suo romanzo di formazione

Redazione

Prima le tessere stadio, ora i biglietti per il luna park ai bisognosi. Rotundo: “si segua l’esempio”

Redazione