Sport

Lecce, per Baroni pronto il rinnovo. Il tecnico riflette

LECCE – (t.d.g.) Baroni sì, Baroni no. Presto sarà sciolto ogni dubbio. Da parte della società, o meglio di Corvino e Trinchera non ce ne sono. Al tecnico fiorentino sarà proposto il rinnovo annuale. Oltre non si va.

È quanto spiegato dallo stesso Corvino durante la conferenza stampa di sabato mattina al Via del Mare. La regola vale per tutti gli allenatori delle squadre del club giallorosso.

Adesso la palla passa a Baroni che si incontrerà con Corvino e Trinchera. Se si deciderà di andare avanti insieme si parlerà pure di altro.

Altrimenti si cercherà un altro allenatore. I due dirigenti, responsabili del mercato giallorosso, sono in guardia. Si guardano intorno. Se il confronto con Baroni dovesse essere negativo, si darà subito il via a nuovi contatti, a nuovi profili per la panchina del Lecce.

Baroni potrebbe pure accettare di andare avanti, ma non è escluso che possa decidere di salutare tutti dopo un biennio fantastico in cui ha riportato il Lecce in Serie A e lo ha condotto alla salvezza. Dopo un’annata vissuta tra mille difficoltà. Con tante critiche che gli sono piovute addosso, nella fase più difficile del torneo. E con la squadra più giovane del campionato italiano. Un miracolo. Potrebbe lasciare da vincitore. Nella storia del Lecce è già entrato: promozione e salvezza. Ha ripetuto quello che fece da calciatore (allenatore Mazzone) tra il 1987 e il 1989.

Per Baroni è stata la prima salvezza in Serie A dopo le esperienze negative a Benevento e Frosinone: con la squadra sannita fu esonerato dopo poche giornate; con il Frosinone, subentrato in corsa, non riuscì l’impresa della salvezza.

Certamente Baroni chiederà garanzie tecniche. Ma il presidente Sticchi Damiani è stato chiaro: “sarà ancora un anno di sacrifici”. Sarà ancora una rosa con tanti giovani. E non è detto che i calciatori che dovrebbero avere più mercato alla fine partiranno. Lo faranno se al club giallorosso arriveranno offerte irrinunciabili.

 

 

 

 

 

Intanto il Lecce aveva riscattato Colombo dal Milan, ma la società rosssonera ha esercitato il controriscatto. L’attaccante si veste di rossonero e spera di poter rimanere al Milan anche come terza punta. Intanto il club giallorosso intascherà tra 1,5 e 1,7 milioni di euro.

Per il portiere Falcone, invece, il Lecce deve attendere solo domani e capire se la Sampdoria eserciterà il controriscatto.

Articoli correlati

I convocati di Lanna per il Vicenza: Adjapong c’è

Redazione

Lecce, niente drammi, un giorno di riposo e poi testa al Vicenza

Redazione

Baroni: “Prestazione soddisfacente, troppi errori per vincerla”

Redazione

V. Francavilla: ritiro a Palena e lunedì 12 luglio il Taurino-day

Redazione

Taranto: 4 gol al Foligno, ritorno in sede e ripresa il 16 agosto

Redazione

Lecce, Umtiti tra i rimpianti mondiali e le emozioni giallorosse

Redazione