Sport

Lecce, Baroni: “Sarà la partita di tutti”. Torna Pongracic

LECCE –  È passato un anno da quando il Lecce è tornato in Serie A e adesso i giallorossi stanno difendendo quel posto con le unghie.  “Quelle che mancano sono tutte sfide importanti – ha detto l’allenatore del Lecce nella conferenza stampa di vigilia -, ora pensiamo al Verona. Scendiamo in campo senza fare calcoli cercando di fare una prestazione di altissimo livello”.  Cercando di ripetere la prestazione dell’Allianz Stadium contro la Juventus.. “Una prestazione attenta, importante, forse superiore all’avversario, per raggiungere il risultato, scusate se mi ripeto, ci vuole la prestazione”.

” Questa è la partita di tutti, come lo saranno le altre. Avrò bisogno di calciatori con la testa pronta, carica di fiducia. Sarà importante chi parte e chi entra”.

Di fronte un Verona reduce dalla débâcle contro l’Inter.  “Troveremo una squadra che corre, sappiamo cosa fanno . Un pareggio? Noi giochiamo per vincere, queste sono le partite belle, quelle per cui si vive”.

Alcuni dei dubbi della vigilia saranno sciolti domani.

“Gallo ha recuperato, Banda sta meglio”. Non è escluso un impiego di Oudin ancora a centrocampo. “Ha metabolizzato quel ruolo, abbiamo bisogno della sua qualità in queste partite”.

Al termine della seduta di rifinitura l’allenatore giallorosso ha convocato 26 calciatori. C’è pure il croato Pongracic.

Un pensiero ce l’ha pure per Napoli: fu suo il gol del secondo scudetto partenopeo, 33 anni fa. “Il calcio è fatto di emozioni, quel trionfo l’ho condiviso con ragazzi straordinari con i quali ancora mi sento. Complimenti a tutti per questo scudetto: a Spalletti, al presidente, a Giuntoli”.

Articoli correlati

Primavera 1 – Corvino e Trinchera incontrano Cristian Nikolaev Pehlivanov

Redazione

Lecce, Corvino e Trinchera al lavoro per Gotti. Visite mediche per Pierret

Carmen Tommasi

La telenovela continua: benvenuti in casa Brindisi

Redazione

HDL Nardò, ancora insieme a Dalmonte

Massimiliano Cassone

Taranto, stand-by su tutti i fronti

Francesco Friuli

Lecce Primavera, il saluto di mister Coppitelli

Redazione