EvidenzaSport

Lecce ancora ko: al “Via del Mare” vince 2-1 la Salernitana

LECCE – (di Carmen  Tommasi) – Così non va. Il Lecce perde,  2-1, anche con la Salernitana in un “Via del Mare” sold out. Succede tutto nei primi 45′: la sblocca subito Dia e poi Vilhena raddoppia. Strefezza accorcia. Seconda sconfitta di fila per i giallorossi, dopo quella di Verona, in un altro scontro diretto per la salvezza. La squadra di Baroni, confusa ed imprecisa, rimane inchiodata a 20 punti e al prossimo turno c’è la trasferta di Cremona, team fanalino di coda della massima serie.

IN CAMPO – Baroni, davanti a Falcone, schiera dal 1′ Pezzella nei quattro di difesa con Gendrey, Umtiti e Baschirotto. A centrocampo accanto all’immancabile Hjulmand Blin e Maleh. In attacco Oudin, Colombo e Strefezza. Nicola schiera in avanti Candreva e Vilhena sulle fasce, davanti Piatek affianca Dia. Quartetto difensivo con Sambia, Bronn, Troost-Ekong, Bradaric. A centrocampo Candreva, Bohinen, Coulibaly. Tridente d’attacco composto da Vilhena, Piatek e Dia. Arbitra Massa di Imperia.

LA GARA – Al 5′ ospiti subito in vantaggio con Dia che sfrutta un errore di Pezzella e con un tiro al volo supera Falcone. Sambia, al 7′, dai trenta metri, ma con un gran colpo di reni Falcone gli dico di no. Al 10′ ci prova Strefezza dalla lunga distanza, ma il tiro è troppo alto. I giallorossi cercano il gol del pareggio, ma la squadra di Nicola gestisce bene. Al 16′ Umtiti va vicinissimo a metterla dentro dopo un calcio d’angolo si Strefezza. Al 20′ doppio vantaggio della Salernitana: Dia cerca Piatek e poi Vilhena sfonda la porta di Falcone. Al 23′ ecco il gol del Lecce: Pezzella da sinistra per Strefezza che non sbaglia: 1-2. Animi e ritmi accesi. I salentini cercano il pareggio. Al 33′ Colombo non riesce a girarsi bene e perde un’occasione d’oro per il 2-2. Al 38′ Blin non finalizza perché Ochoa salva e su ribattuta Colombo sbaglia ancora. Quattro minuti di recupero. Si va al riposo sil 2-1 per la formazione campana e con un Lecce ha fatto di tutto e di più per cambiare le sorti del match. Si riparte: un cambio per parte.
Esce Oudin, entra Di Francesco. Fuori Bohinen, dentro Nicolussi Caviglia. Al 52″ Ochoa dice di no a Di Francesco. Al 53′ Maleh vviene ammonito e si fa anche male dopo uno scontro di gioco con Coulibaly. Cambio forzato: dentro Gonzalez. Al 56′ super salvataggio di Bronn su Pezzella. Passano i minuti, la partita si incattivisce ma il risultato non cambia. Squadre stanche e lunghe. All’86’ ci prova Ceesay di testa, ma spedisce  fuori. Dopo 6′ di recupero, in cui succede poco e nulla, si chiude sul 2-1 per gli ospiti, che “rifitiatano” in classifica, e  invece Lecce si lecca le ferite.

IL TABELLINO

LECCE-SALERNITANA: 1-2

MARCATORI: 5′ pt Dia, 20′ pt Vilhena, 23′ pt Strefezza,

LECCE (4-3-3): Falcone; Gendrey, Baschirotto, Umititi, Pezzella; Blin (dal 77′ st Askildsen), Hjulmand, Maleh (dal 55′ st Gonzalez) Strefezza (77′ st Banda) Colombo (dal 70′ st Ceesay), Oudin (dal 46′ st Di Francesco). A disposizione: Bleve, Brancolini, Askildsen, Di Francesco, Tuia, Helgason, Gonzalez, Banda, Gallo, Voelkerling, Ceesay, Lemmens, Cassandro. Allenatore: M. Baroni

SALERNITANA (4-3-3): Ochoa; Sambia (dall’82 st Lovato), Bronn, Troost-Ekong, Bradaric; Candreva, Bohinen (dal 46’st Nicolussi Caviglia), Coulibaly (dal 62′ Crnigoj); Vilhena (dall”85 Kastanos), Piatek, Dia. A disposizione: Fiorillo, Sepe, Daniliuc, Bonazzoli, Botheim, Valencia, Radovanovic, Kastanos, Crnigoj, Nicolussi, Lovato, Pirola. Allenatore: D. Nicola.

ARBITRO: Davide Massa della sez. di Imperia.

AMMONITI: 39′ pt Coulibaly, 43′ pt Bradaric, 53′ Maleh, 63′ Baschirotto, 89′ Nicolussi Caviglia.

RECUPERO: 4′ pt, 6′ st.

TOTALE SPETTATORI: 24. 446.

Articoli correlati

Enel, si pensa al “colpo” Gaines

Redazione

Virtus Francavilla, Tiritiello di nuovo biancazzurro

Redazione

Cavallino: gambizzato mentre rientra a casa a piedi

Redazione

Mazzeo (U17 Lecce): “L’equilibrio è la dote essenziale della squadra di Baroni”

Redazione

In sella ad un sogno: stage con il campione Peñalosa

Redazione

HDL Nardò prepara la sfida con Forlì: da valutare Poletti

Redazione