Sport

Stop per Pairetto, Di Martino e Paganessi, magra consolazione per il Lecce

LECCE – Tanto tuonò che piovve sulla coda amara della gara Lecce – Monza terminata con una serie di errori che hanno penalizzato i salentini scippandoli di una vittoria che sul campo era ampiamente meritata; poi oltre il danno anche la beffa della squalifica a mister Marco Baroni per una frase blasfema, un colmo tra i colmi di una giornata nera.

Sono tre i puniti. L’arbitro Luca Pairetto di Nichelino, autore della scarsissima prova costellata da obbrobri e decisioni sbagliate, così come Antonio Di Martino di Teramo che era nella sala video al Var e il suo assistente Giacomo Paganessi di Bergamo, non risultano tra i designati per le gare della settima giornata del campionato di serie A che si giocherà nel fine settimana.

Mentre i due assistenti, i guardalinee per essere chiari, Ciro Carbone di Napoli e Alessandro Giallatini di Roma andranno rispettivamente ad assistere in sala video il responsabile VAR, il primo nella gara Roma – Atalanta, e il secondo in Milan – Napoli. Ed anche il Quarto uomo Davide Miele di Nola è rientrato nelle turnazioni di questa settimana perché dirigerà la gara di serie B tra Sud Tirol e Cosenza.

Dunque questa è la prima giornata di stop per il fischietto di Nichelino che dovrebbe restare fermo ancora e poi ripartire dalla serie B ma questa è una magra consolazione per chi si ritrova due punti in meno in classifica che potrebbero incidere sull’autonomia finale del torneo.

Ricordiamo quello che è accaduto nello specifico.

Al minuto 33 di Lecce-Monza, il capitano giallorosso, in corsa, sfiora Caprari che va giù e per Pairetto è calcio di punizione. La decisione appare subito molto generosa, le immagini video poi testimoniano l’inesistenza del fallo. Il calcio di punizione lo calcia Sensi che batte Falcone, portando in vantaggio il Monza.

Al minuto 63 Sensi commette un fallo su Hjulmand, sanzionabile con un giallo ma siccome era già ammonito, Pairetto lo grazia, penalizzando ancora il Lecce.

Poi i due calci di rigore negati: il primo al 72° e il secondo nel 5° minuto di recupero, entrambi per dei falli di mano, prima di Molina e poi di Marì, inutile commentare ulteriormente, sarebbe come voler buttare benzina sul fuoco.

Il proverbio dice non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire ma in questo caso potremmo traslarlo con “non c’è peggior cieco di chi non vuole vedere”.

L’arbitro di Nichelino, in questa gara, con alterigia e tracotanza non sente ragioni e va dritto per la sua strada: una via che ha tolto due punti al Lecce e lo ha portato ad un nuovo riposo forzato dopo quello lungo della scorsa stagione per aver convalidato un gol palesemente realizzato in fuorigioco dal laziale Acerbi in Spezia – Lazio; ed anche per Di Martino è la seconda mazzata perché fino a pochi mesi fa era arbitro della Can prima di essere dismesso il 1° luglio scorso “per scelta tecnica” del designatore Gianluca Rocchi.

La speranza è quella di non dover assistere più alla negazione della verità e della realtà, l’errore ci sta, e può essere anche di valutazione ma di fronte a delle immagini così chiare come quelle di Lecce-Monza è difficile pensare al semplice errore. Attendiamo pazientemente che siano resi noti i dialoghi tra Pairetto e Di Martino, lo ha richiesto il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani e lo pretendono tutti i tifosi giallorossi.

Intanto per la gara Salernitana-Lecce, in programma venerdì alle 20:45, è stato designato Daniele Doveri di Roma 1 che sarà assistito da Marcello Rossi di Biella e Nicolò Cipriani di Empoli. Giacomo Camplone di Pescara sarà il quarto il uomo. Mentre in Sala Video ci sarà Paolo Mazzoleni di Bergamo che avrà come assistente Matteo Passeri di Gubbio. E speriamo che gli episodi della scorsa giornata non continuino ad essere fantasmi che aleggiano nei meandri dove nascono gli errori.

M.Cassone

Articoli correlati

Nardò, Danucci non molla la presa: “Troppi cali di concentrazione dopo il 4-0”

Redazione

Di Francesco: “La salvezza è il nostro scudetto. L’Inter? Ce la metteremo tutta”

Redazione

Il Toro pronto alla battaglia con il Barletta per il sogno serie C

Redazione

Primo grado: Lecce in Lega Pro

Redazione

Sabato in campo: giovedì il Lecce ospita il Vicenza, ecco Faragò

Redazione

Taranto, ecco Cristian Riggio

Redazione