Ambiente

Spiaggia devastata dall’alluvione: quasi 250 giorni di attesa per l’inizio dei lavori a Porto Badisco

PORTO BADISCO – La Baia di Porto Badisco a sud di Otranto , tra le più suggestive ed amate da vacanzieri e turisti italiani e stranieri, fino a pochi giorni fa era come le immagini del post alluvione dello scorso 18 novemre ce l’hanno lasciata, con l’unica differenza che ormai siamo nel pieno della stagione estiva.

Solo da giovedì sono iniziati i lavori di ripistino dei luoghi . Ed in tanti si chiedono se luglio fosse proprio il periodo giusto .

Lo scorso novembre la suggestiva spiaggetta fu letteralmente cancellata dalla furia del maltempo. Sia per portata che per mancata pulizia, il canale Minervino, quasi completamente ostruito da vegetazione, non riuscì a contenere l’acqua proveniente dell’entroterra. La pioggia ha scavò il piano per almeno 1.70 metri. Tutto quel materiale di riempimento, con cui circa 50 anni fa era stato soffocato l’originario canale, fu scaraventato in mare. E lì è rimasto.

Messa in sicurezza e ripristino ambientale chiesto pù volte negli scorsi mesi in cui si sono susseguiti gli appelli delle associazioni del posto. “Perché Porto Badisco sia pronta e fruibile per l’estate”.

Ma così non è stato , visto che siamo quasi a metà luglio, e questo bellissimo tratto di costa non può ancora “vivere appieno “. Il gruppo Facebook “Porto Badisco mare nostro”, insieme al Movimento Regione Salento, alla proloco e all’associazione “Porto Badisco” avevano più volte evidenziato le criticità del posto, dopo che il maltempo, aveva provocato la devastazione, ponendo l’attenzione sul problema della sicurezza e di carattere ambiantale.

Perchè i lavori hanno richiesto un così lungo lasso di tempo per essere auitorizzati?

Con questi sarà garantita una minima fruibilità dell’area ed un più facile accesso al mare. Ma per ora la zona non ritornerà com’era prima dell’alluvione di novembre. In queste ore si procede con la rimozione dei massi più grandi, senza al momento toccare gli argini .

Per il tanto atteso progetto di riqualificazione di Badisco non solo il sito interessato dall’alluvione , ma dell’intero borgo, bisognerà attendere ancora.

 

 

Articoli correlati

Consapevolezza e conoscenza con il “Canale Reale Green Festival”

Andrea Contaldi

Energie e cambiamento climatico: le lotte

Andrea Contaldi

Appello alla manutenzione stradale a Brindisi

Andrea Contaldi

Pichetto Fratin a Bari per Romito: “Puglia strategica per la transizione verde”

Mariella Vitucci

Stangata Tari, la Regione stanzia 7 milioni di euro per l’ecotassa. Ma è una goccia nel mare

Redazione

A Torre Guaceto intervento di riforestazione

Mimmo Consales