Sport

Muay Thai, da Acaya al tetto del mondo: la favola di Fabio Puce

PESCARA – Vincere non è mai semplice. Continuare a farlo è impresa maledettamente complicata. Per molti, ma non per Fabio Puce. Il fighters di Acaya è salito nuovamente sul tetto del mondo battendo il campione thailandese Silirux Yodprataphi in occasione della ventinovesima edizione di Fight Clubbing.

Una vittoria che non ammette discussioni, arrivata per verdetto unanime al termine di cinque riprese tiratissime. Un successo che proietta l’atleta salentino del team Oltrecopro di Lecce ai vertici mondiali dei SuperMedi a riconferma di un periodo di imbattibilità straordinario, che va avanti dal 2019 e nel quale ha collezionato 3 titoli mondiali.

Puce si riconferma dunque Campione del Mondo WMC MAD e nuovo Campione del Mondo Fight Clubbing. Sacrifico, dezione, passione, amore per questa discilpina e un tecnico d’eccezione come Fabio Sicliani, pluricampione mondiale di muay thai e attuale allenatore della nazionale giovanile.

La magica serata degli italiani è proseguita con la speklndida affemrazioen del tarantino Andrea Liuzzi, anche lui allievo di Fabio Sicliani, che si è sbarazzato al primo round di un altro thailandese Wansongkran costretto alla resa per ko tecnico grazie ad un incredibile gancio sinistro. Un colpo da campione che gli vale il biglietto per la finale a dicembre per il titolo del mondo Fight Clubbing -WMC.

Vissibilente soddisfatto Fabio Sicliani che lancia un messaggio d’amore ai suoi atleti: “Sono orgoglioso della nostra scuola e della muay thai che riuscite ad esprimere sul quadrato. Ma quello che mi rende più orgoglioso è le persone che siete diventate, Campioni dentro e fuori dal ring che mettono l’educazione sempre al primo posto guardando sempre tutti negli occhi consapevoli dei limiti e dell’io posso. Un ringraziamento speciale va alla “nave” Oltrecorpo, presente con i fatti, con l’esser-ci, e ad Andrea Sagi, indiscutibilmente il top promoter. Il mio silenzioso e profondo grazie va a Carlo Pappada’ e a Matteo Musarò , i comandanti dalle spalle larghe, sempre presenti dietro le quinte delle pieghe dell’anima. Oltrecorpo, una scuola, una famiglia. Il mio grazie speciale va a Gianluca Siciliani e la sua infinita umiltà e professionalità che ogni giorno arricchisce la mia vita e la nostra scuola”.

Articoli correlati

Lecce, adesso è ufficiale, ritiro in Austria dal 14 al 28 luglio

Massimiliano Cassone

Il Lecce non rinnova con Chevanton e Mazzeo

Redazione

Basket A2, Avantaggiato nuovo General Manager di HDL Nardò Basket

Massimiliano Cassone

Brindisi: incognite e speranze ma il tempo passa

Massimiliano Cassone

Lecce, Ubani terzino destro tedesco per la Primavera 1

Redazione

Lecce, volti nuovi, campagna abbonamenti e ritiro in Austria

Massimiliano Cassone