Sport

Consiglio Federale F.C.I, Giro d’Italia 2022: c’è l’ipotesi che possa partire da Lecce

LECCE – Il Giro d’Italia 2022 potrebbe partire proprio dalla bella città Barocca, da Lecce. Molto probabilmente sarà il Salento a vedere nascere la prima tappa della storica e famosa competizione.

Il tutto è partito dall’occasione della convocazione del Consiglio Federale che si è riunito a Gallipoli, il 6 e il 7 novembre, durante il quale si è discusso di importanti programmi e progetti per il futuro; promotore di questo straordinario evento è stato Salvatore Bianco presidente emerito del Ciclismo Pugliese, della F.C.I., nel corso del quale di sono riuniti intorno a più tavoli imprenditori, autorità politiche, sindaci, e uomini di sport.

Molto interessante l’incontro con il sindaco di Monteroni, Mariolina Pizzuto, che ha voluto porre l’attenzione, a tutti i vertici del ciclismo, sull’imponente struttura di Monteroni, sulla Lecce-Porto Cesareo, del Velodromo degli Ulivi che ha bisogno di essere riattivato ma serve un impegno concreto delle istituzione per uscire dal pantano.

Alla Cerimonia di presentazione anche il sindaco di Gallipoli e presidente della Provincia, Stefano Minerva che ha comunque assicurato a Monteroni l’impegno delle Provincia a favore dell’impianto.

L’idea dell’ipotetica partenza del Giro da Lecce è stata proposta durante il pranzo di benvenuto del Consiglio Federale, dove è intervenuto l’assessore allo Sport del Comune di Lecce, Paolo Foresio che l’ha spiegata con determinazione. Un evento di tale importanza darebbe lustro al territorio salentino e alla Puglia. Il giro dovrebbe, quindi, essere suddiviso in 5 tappe professionisti della famosa competizione.

La macchina organizzativa sembra già essersi messa in movimento e i primi segnali sarebbero incoraggianti, a conferma del solido rapporto tra l’intera provincia salentina e il ciclismo. Il Giro, come vuole la tradizione, sarà anche una bella cartolina da inviare in tutto il mondo, e Lecce, città d’arte, non vuole perdere la ghiotta occasione di farsi ammirare e amare dal resto del mondo.

Articoli correlati

Superlega, Prisma ospita Monza, Luzzi chiama i tifosi

Redazione

Virtus Francavilla ko: battuta d’arresto all’Esseneto di Agrigento

Redazione

Semeraro e Tesoro decidono il proprio futuro

Redazione

Next Nardò: ultimo atto tra sorrisi e autografi

Redazione

Nardò-Francavilla, pareggio che delude

Redazione

Sticchi Damiani: “I giovani della prima squadra sono il nostro vaccino applicato al calcio”

Redazione