AttualitàEventi

A Giurdignano un Premio letterario dal Cuore Amico

GIURDIGNANO – Dare un senso al dolore legato al periodo difficile che stiamo vivendo. Esorcizzarlo tramite l’arte in tutte le sue forme, raccontarlo, condividerlo e poi trasformarlo in un gesto di grande amore ed altruismo.

A Giurdignano ha messo insieme tutto questo la serata di premiazione della terza edizione del Concorso Nazionale letterario “Nunzia De Donno”, organizzato dal Club per l’Unesco di Giurdignano, in collaborazione con l’Amministrazione Comunale.

Il premio ha visto la partecipazione di poeti e scrittori di ogni parte d’Italia.

Amore e amicizia erano i temi originariamente scelti per questa edizione, alla quale si è scelto poi di affiancare l’attualità, con il tema della pandemia. E così le opere premiate sono state raccolte in un libro dal titolo “Diario di una Pandemia”, edito da Cris Edizione, che ha poi scelto di devolverne il ricavato alla Onlus Cuore Amico, Progetto Salento Solidarietà. E così dalla sofferenza che si fa romanzo, racconto breve e poesia, nasce la speranza che si fa mano tesa verso i bambini meno fortunati e le loro famiglie. Un gesto di grande amore che la emozionato la Onlus che conta centinaia di fratellini e sorelline sostenuti dal grande cuore dei salentini.

Grande soddisfazione per il successo del concorso è stata espressa dal Presidente del Club per l’Unesco di Giurdignano, avv. Donato Fanciullo, che ha sottolineato l’impegno e l’apporto determinante di tutti gli associati per la riuscita della serata culturale, animata da musica e danza. Un trionfo dell’arte a tutto tondo, nel segno della solidarietà.

https://youtu.be/IaV7OhCnY-I

Articoli correlati

Dillo a Telerama: a Torre Rinalda spiaggia sporca e non accessibile ai disabili

Redazione

Festeggiamenti per i 50 anni di professione religiosa di Suor Giulia

Mario Vecchio

Apre a Roma la nuova sede dell’Accademia Artisti Studios

Mario Vecchio

Fermo pesca ricci, ripopolamento rilevante. Ora i ristori per i pescatori 

Redazione

Isabella e Alessandro Vespa (figlio di Bruno Vespa) hanno pronunciato il fatidico “sì” nella cattedrale di Oria

Redazione

Ballottaggio, incontro “segreto” con vertici Asl e dirigenti medici

Sergio Costa