AttualitàEvidenza

Zona Rossa, Pasqua blindata: cosa si può fare e cosa no

PUGLIA – Arriva la tre giorni di “Pasqua rossa”, con sabato, domenica e il Lunedì dell’Angelo in lockdown, come un anno fa e come a Natale. Tutta l’Italia sarà blindata, con qualche concessione: le visite a parenti e amici. La Puglia sarà blindata e con una stretta ancora maggiore con un’ordinanza specifica che vieta ad esempio, a differenza delle altre regioni, di raggiungere le seconde case se si trovano in un altro comune rispetto a quello di residenza.

Cosa si potrà e non si potrà fare inoltri in questi giorni?

Il coprifuoco innanzitutto, resterà invariato tra le 22 e le 5, salvo motivi di lavoro, di salute o urgenze, giustificate con l’autocertificazione. Le stesse motivazioni dovranno giustificare eventuali spostamenti tra regioni che sono vietati. Nei giorni di Pasqua e di Pasquetta sono consentite le visite a parenti e amici, solo una volta al giorno, ad un massimo di due persone con figli minori di 14 anni o persone con disabilità o non autosufficienti conviventi.  Sono vietati i pic-nic all’aperto, e pranzi o cene in casa dovranno essere con poche persone. No quindi ad ogni forma di assembramento.

In alcuni comuni, tra cui Lecce, i controlli saranno garantiti anche dall’utilizzo dei droni. Si potrà ordinare prima, on line o telefonicamente, ed effettuare l’asporto sino alle 18 nei ristoranti, bar e pasticcerie. La consegna a domicilio è consentita sino alle 22.

Sabato è l’ultimo giorno per fare la spesa. Domenica e lunedì anche i supermercati saranno chiusi. Rimarranno aperte solo edicole, distributori di carburante, tabaccai, fiorai, farmacie e parafarmacie. Si potrà partecipare alla messa, ma con le dovute precauzioni. Le passeggiate, anche in bici, sono consentite solo vicino casa così come l’attività sportiva, ma in solitaria e comunque con una distanza interpersonale di almeno due metri.

Partire in vacanza si può ma con delle limitazioni che hanno scatenato polemiche: prima del ritorno un tampone, 5 giorni di quarantena e un altro tampone alla fine dei 5 giorni. Impossibile quindi partire per un breve periodo.

Articoli correlati

Calci e pugni tra leccesi e romanisti. Tre tifosi capitolini si rifugiano in un bar

Redazione

Grazie ai buoni Coop, al “Giorgi” di Brindisi donato un computer

Redazione

Giannone: “Virus contagioso solo nei week end e prefestivi?”

Redazione

Il sito di Atac Roma è firmato Salento grazie alla web agency COMMED I A

Redazione

Maturità 2019: il ritorno di Sciascia e Ungaretti. Attualità: le storie di Dalla Chiesa e Bartali

Redazione

Minerva: l’attenzione del Ministro Boccia grazie allo spot sui danni maltempo

Redazione