Politica

Regionali 2020, ecco gli eletti delle province del Salento. Ma è giallo su 2 seggi mancanti

BARI – Ventisette seggi al centrosinistra, 17 al centrodestra e 5 al Movimento 5 Stelle. Per il Ministero dell’Interno lo scacchiere del prossimo Consiglio regionale sarà questo. Ma non tutti sono d’accordo perché la legge elettorale pugliese parla di 29 seggi assegnati al candidato che supera il 40% delle preferenze, come fu nel 2015. Dunque, sinché il giallo non sarà risolto dall’Ufficio elettorale centrale, in ballo ci sono ancora due seggi. In favore della maggioranza e da sottrarre al centrodestra? Così sembrerebbe ma quali e dove non si sa. Bisognerà attendere per capire cosa succederà e se questa diatriba porterà a ricorsi (per la verità da prassi visto che la egge è così complessa da essere soggetta ad interpretazioni contrastanti).

Intanto, però, possiamo ridisegnare il Consiglio così come stabilito dal Ministero.

Ecco i 10 eletti nella provincia di Lecce: Donato Metallo, Loredana Capone e Sergio Blasi (Pd),  Alessandro Delli Noci (Con), Sebastiano Leo (Popolari con Emiliano), Antonio Gabellone (Fratelli d’Italia), Gianni De Blasi (Lega),  Paolo Pagliaro (La Puglia Domani), Paride Mazzotta (Forza Italia), Cristian Casini (Movimento 5 stelle).

Cinque gli eletti nella provincia di Brindisi: Fabiano Amati e Maurizio Bruno (Pd), Alessandro Leoci (Con), Mauro Vizzino (Popolari con Emiliano), Luigi Caroli (Lega).

Per la provincia di Taranto sono 8: Donato Pentassuglia e Enzo Di gregorio (Pd), Massimiliano Stellato (Popolari con Emiliano), Gianfranco Lopane (Con), Renato Perrini (Fratelli d’Italia), Giacomo Conserva (Lega), Vito De Palma (Forza Italia), Marco Galante (Movimento 5 Stelle).

Risultati che consegnano un quadro molto cambiato. Non torneranno in Consiglio, candidati da più legislature molto suffragati come Erio Congedo, non entra in Consiglio – ma forse solo per ora – pur avendo superato la soglia del 4% Senso Civico, quindi per ora non risultano eletti Ernesto Abaterusso e gli assessori  Cosimo Borraccino e Alfonsino Pisicchio. Ma non passano la prova anche i colleghi Gianni Giannini e Antonio Nunziante, resta a casa dopo 25 anni anche il presidente del Consiglio Mario Loizzo e molti dei consiglieri regionali uscenti. Ma entra l’epidemiologo Pierluigi Lopalco, prossimo – ormai è ufficiale – assessore alla Sanità.

https://youtu.be/lFwdo88VdK4

 

Articoli correlati

Brindisi, Fratelli d’Italia resta in maggioranza

Mimmo Consales

Il sindaco istituisce un tavolo permanente per lo sviluppo della città

Barbara Magnani

Legge Autonomia differenziata, VII Commissione dice No a referendum per abrogarla

Redazione

Governance Poll: cala consenso per Emiliano. Penultimo in classifica  

Mariella Vitucci

Aree idonee per nuovi impianti da fonti rinnovabili: “Regione attui decreto ministeriale”

Redazione

Consiglio Regionale, M5S smentisce: “Nessun patto Emiliano-Conte”

Paolo Franza