Sport

Mercadante, D.G. del Lecce: “Barak? Unico caso in Italia ancora irrisolto”

LECCE – Il Direttore Generale del Lecce, Giuseppe Mercadante, ospite di Piazza Giallorossa, ha parlato della situazione contratti e dell’anomalia che riguarda l’accordo con l’Udinese per quanto riguarda la permanenza di Antonine Barak in giallorosso fino alla fine della stagione. Per tutte le altre situazioni non ci sono problemi: per Riccardo Saponara è arrivato il documento e Giulio Donati ha rinnovato, il resto delle operazioni così come spiega sono andate in automatico. Dunque la controversia con la società friulana è l’unico caso del genere in Italia:

Antonin Barak, 25 anni, centrocampista del Lecce (foto US Lecce, Anza e Marco Lezzi)

Prima di fare una valutazione sul comportamento dell’Udinese che ha ancora 24 ore per rispondere e firmare il documento di estensione del contratto del temporaneo, parliamo del contesto in cui si inserisce tutto che è il risultato di un provvedimento adottato dalla FIGC, tardivamente, nel quale recepisce delle indicazioni da FIFA ed UEFA che dovrebbero garantire l’integrità sportiva del campionato, in pratica e le squadre dovevano riprendere con le stesse rose del momento dello stop prima del lockdown, alla forza di questi principi la FIGC ha adottato delle linee guida che dividono i calciatori in 4 categorie. La prima riguarda i calciatori sotto contratto per i quali il tesseramento si prolunga automaticamente fino al 31 agosto; la seconda riguarda i calciatori in prestito con diritto di opzione ed anche in questo caso vi è un prolungamento del tesseramento senza la necessità dell’intervento delle società, poi ci sono altre due categorie, una è quella dei calciatori in prestito secco ed in questo caso è previsto l’intervento e il consenso della società cedente e del calciatore, ed è il caso di Barak e di Saponara, con Saponara è filato tutto liscio, nel senso che è stato inviato il documento, il giorno dopo l’emanazione di questa normativa e sia il Genoa che la Fiorentina, perché il calciatore veniva da un prestito col consenso della società titolare che è la Fiorentina, hanno restituito il modulo firmato per cui Saponara è coperto. L’Udinese sta temporeggiando ed è l’unico caso in Italia; peraltro queste linee guida erano stato oggetto di approvazione da parte di tutti i club di serie A, per cui concedendo il beneficio del dubbio all’Udinese aspettiamo fino a domani per capire se vuole onorare. Donati fa parte del quarto gruppo cioè i calciatori in scadenza ed ha rinnovato”.

Dopo le due sconfitte consecutive con Milan e Juventus, arriva la Sampdoria al Via del Mare e per il Direttore Generale del Lecce bisogna ripartire dal primo tempo di Torino, dove fino all’espulsione di Lucioni il Lecce si era ben comportato mettendo in difficoltà i campioni d’Italia:

Sappiamo che è importante; ripartiamo dall’ottimismo del primo tempo a Torino, da quel bel Lecce, sapendo che bisogna essere leoni anche se mancherà l’arena piena dei nostri tifosi e bisogna anche avere pazienza e intelligenza e saper gestire i vari momenti. Nel DNA di quest’anno c’è bel gioco e la capacità di rialzarsi dopo le cadute”.

Articoli correlati

Sticchi Damiani: “Mancosu non parteciperà agli impegni ufficiali in attesa del mercato”

Redazione

Next Nardò: ultimo atto tra sorrisi e autografi

Redazione

Pierotti: “Ho desiderato e lavorato tanto per questo momento”

Massimiliano Cassone

Lecce-Catania, i tifosi siciliani arrivano armati scattano sequestri

Redazione

Lecce, un finale di 2020 di fuoco. Adesso occhio alla Reggiana

Redazione

Brindisi crolla nel finale con Kalev Cramo e saluta l’Europa

Redazione