AttualitàPolitica

Palazzo Carafa, l’opposizione: “Il prossimo consiglio si svolga in Teatro”

LECCE- In vista  del prossimo Consiglio Comunale previsto per il 21 maggio, l’intera opposizione di Palazzo Carafa (gruppo Poli Bortone- Congedo e M5s) chiede   di svolgerlo  con la cosiddetta “modalità mista”,  o,  in alternativa, con la “modalità normale”, in sedi idonee che garantiscano il pieno rispetto delle misure di prevenzione stabilite dal DPCM del 9 marzo scorso, quali ad esempio: il Teatro Apollo; le Officine Cantelmo; la Sala D’Enghein (Castello Carlo V); o altre sedi che il sindaco vorrà ritenere più consone.

Si tratta  di sedi di proprietà dell’Amministrazione Comunale e, dunque, senza ulteriori costi per l’Ente, ma con la sola finalità di “garantire la massima partecipazione -precisa l’opposizione- e di scongiurare qualsiasi eventuale “problema tecnico”.

Articoli correlati

Usura ed estorsione durante campagna elettorale, 21 rinvii a giudizio

Redazione

Schittulli-Perrone, partita già aperta per le regionali

Redazione

Acquatina, ora la Regione aspetta l’Università e poi via a un progetto con privati

Redazione

Veglie, l’assessore Katia Prato aderisce al Movimento Regione Salento

Redazione

Su Boncuri Udc contro Udc. Siciliano: “Pressioni da Vendola”

Redazione

Oltre mezzo milione per la manutenzione degli alloggi ArcaSud

Redazione