AttualitàPolitica

Palazzo Carafa, l’opposizione: “Il prossimo consiglio si svolga in Teatro”

LECCE- In vista  del prossimo Consiglio Comunale previsto per il 21 maggio, l’intera opposizione di Palazzo Carafa (gruppo Poli Bortone- Congedo e M5s) chiede   di svolgerlo  con la cosiddetta “modalità mista”,  o,  in alternativa, con la “modalità normale”, in sedi idonee che garantiscano il pieno rispetto delle misure di prevenzione stabilite dal DPCM del 9 marzo scorso, quali ad esempio: il Teatro Apollo; le Officine Cantelmo; la Sala D’Enghein (Castello Carlo V); o altre sedi che il sindaco vorrà ritenere più consone.

Si tratta  di sedi di proprietà dell’Amministrazione Comunale e, dunque, senza ulteriori costi per l’Ente, ma con la sola finalità di “garantire la massima partecipazione -precisa l’opposizione- e di scongiurare qualsiasi eventuale “problema tecnico”.

Articoli correlati

Convention Forza Italia, Fitto: “Si faccia l’ufficio di presidenza e ci si misuri con i voti”

Redazione

Arpal Puglia, l’odissea di un concorso pubblico: la denuncia di una cittadina

Redazione

Banco alimentare, la formazione che insegna a donare

Redazione

I salentini del nuoto fanno incetta di medaglie in Finlandia

Redazione

“La legge sull’aborto non viene applicata”: diffida a Vendola

Redazione

Massa: a lecce interpretazione surreale contro i titolari balneari

Redazione