Attualità

Expo Orienta Scuola: il futuro del territorio passa dagli studenti

MIGGIANO- C’è il mondo della ristorazione, quello delle lingue straniere, quello delle lettere. Ci sono i brevetti nautici e le tecnologie, ci sono le scienze e c’è lo sport. È il mondo della scuola che si mette in mostra, nel periodo clou della scelta su quale strada intraprendere: un liceo, un tecnico, un professionale. Expo Orienta Scuola, a Miggiano, svolge questa funzione: è stato un fine settimana intenso, con le porte del quartiere fieristico aperte per accogliere 18 istituti di istruzione secondaria del sud Salento.

C’è chi ha colto l’occasione per presentare le novità: ad esempio, l’alberghiero Aldo Moro di Santa Cesarea, ad esempio, ha reso noti i nuovi corsi di tecnico della comunicazione e della grafica e tecnico della logistica e dei trasporti. Il liceo Capece di Maglie vanta una lunga storia come indirizzo classico, a cui si sono aggiunti quello scientifico e il linguistico, con le lingue europee ma anche quella cinese; il Vespucci di Gallipoli ha messo in mostra le attività della sua associazione che eroga corsi per ottenere i brevetti di vela e sub.

Un modo per investire sulle competenze del territorio: non a caso, il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Lecce, Vincenzo Melilli, ha voluto organizzare un open day territoriale a Lecce, Maglie e Miggiano, per discutere di orientamento con i presidi dei vari istituti superiori, con il rettore Fabio Pollice, le categoria e gli ordini professionali, Confindustria e Confcommercio.

Articoli correlati

Lecce 2050: in un corto i grandi temi per progettare una città euro-mediterranea

Erica Fiore

Assistenza sanitaria estiva, rete potenziata: 20 postazioni e 6 ambulanze

Erica Fiore

Una rete per contrastare le povertà educative, l’evento finale a Le Costantine

Barbara Magnani

Morandi e Fiorello in giro per il Salento

Elisabetta Paladini

A Don Antonio Coluccia il premio Ipogeo 2024

Redazione

A Casarano l’abbraccio a difesa del “Ferrari”

Isabel Tramacere