Cronaca

Scacco alla mafia nigeriana, un arresto anche a Lecce

BARI-Due clan mafiosi nigeriani in lotta per il controllo del mercato della prostituzione e non solo. Lunghe indagini da parte della Squadra Mobile e della Dda di Bari e poi gli arresti, all’alba, in tutta Italia e all’estero, oltre che in Puglia. 32 i destinatari delle  ordinanze di custodia cautelare per associazione per delinquere, tratta, riduzione in schiavitù, estorsione, rapina, lesioni, violenza sessuale e sfruttamento della prostituzione. Uno di loro, un nigeriano di 29 anni, Shaban Ahmed, è stato arrestato a Lecce dove risiede.

Due anni fa era finito in manette insieme ad un connazionale per violenza sessuale nei confronti di una ragazza nigeriana finita nelle loro mani dopo essere arrivata in Italia dal mare. Il quartier generale era il Cara di Bari. Qui i gruppi criminali gestivano le loro attività.  Le indagini sono partire dopo che il pastore della comunità religiosa all’interno aveva chiesto aiuto alla polizia.

Articoli correlati

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione