Cronaca

Assenteismo a Palazzo Carafa? In 7 rischiano il processo

LECCE-Il pm Maria Vallefuoco ha chiesto il processo per alcuni dei 17 indagati nella vicenda “assenteismo” a Palazzo Carafa e Lupiae Servizi. Solo sette rischiano il processo: si tratta di cinque dipendenti del Comune e due della Lupiae. E’ stata stralciata invece la posizione di altri 10 per i quali ci potrebbe essere la richiesta di archiviazione. L’inchiesta, condotta dalla guardia di finanza, aveva portato il 12 luglio 2018 ad una serie di provvedimenti nei confronti di cinque dipendenti di Palazzo Carafa e quattro della società in house Lupiae Servizi. I finanzieri avevano calcolato complessivamente 588 ore di assenza, per un totale di 12.934, 85 euro intascati indebitamente. I dipendenti erano stati osservati a lungo e filmati mentre prendevano il caffè al bar, andavano dal parrucchiere e a fare la spesa anche tra le bancarelle del mercato bisettimanale. Poi c’erano le tappe dal calzolaio e in tabaccheria o al punto Snai per tentare la fortuna tra gratta e vinci e scommesse. Le accuse sono di truffa continuata e aggravata perché commessa in violazione dei doveri connessi ad una pubblica funzione, quindi con abuso di relazioni d’ufficio. Gli indagati, con artifici e raggiri consistiti nell’omettere di rilevare la propria assenza dal luogo di lavoro o giustificandola per motivi di servizio registrano le uscite sull’orologio marcatempo con il codice. Attestavano quindi, falsamente, la loro presenza in servizio. I fatti contestati sarebbero stati commessi tra il 26 aprile 2016 e il 9 giugno dello stesso anno, durante l’amministrazione Perrone. Ad uno degli indagati viene contestato anche il peculato per aver usato, a scopi personali, l’auto del comune.

L’udienza preliminare è stata fissata per il prossimo 28 aprile. Davanti al Gup Cinzia Vergine dovranno comparire Giovanna D’Arpe, 64 anni, funzionaria del Comune; Ivan Vernich, 62 anni, coordinatore del servizio Igiene Sanità e Randagismo del settore Ambiente; Fulvio Secondo, 64 anni, di Lizzanello, segretario presso il settore Ambiente; Cristiano Mezzi, 47 anni, di Lizzanello, addetto all’archivio del settore Igiene e Sanità; Fortunato Buttazzo, 68 anni, istruttore amministrativo contabile presso il servizio Demografico; Valentina Vernich, 39 anni, dipendente della Lupiae; Elisabetta Sanzò, 45 anni, di Lizzanello, dipendente della Lupiae.

Articoli correlati

Rubati i dvd per i bimbi ricoverati, incredulità e rammarico. E arrivano le prime donazioni

Redazione

Rapina l’ufficio postale, ma due carabinieri in borghese lo inseguono e lo bloccano

Redazione

Qualità della vita: il Salento è in fondo, ma recupera posizioni

Redazione

Da 5 anni 20 famiglie senza luce né ascensore: Arca Sud sa ma non interviene

Redazione

Sporcizia e rifiuti in Via Pitagora, la denuncia a dilloatelerama

Redazione

Alliste, incendiata l’auto di un 22enne: si indaga

Redazione