Sport

V. Francavilla: presentati Pambianchi, Bovo e Vazquez

FRANCAVILLA FONTANA – La Virtus Francavilla ha presentato alla stampa i tre nuovi acquisti, parliamo del difensore Francesco Pambianchi classe ‘89, del centrocampista Andrea Bovo, classe ‘86, e dell’attaccante argentino classe 93 Federico Vazquez.
Sono stanti presentati dal direttore generale Pierluigi Valentini e dal diesse Mariano Fernandez.

“Oggi presentiamo tre calciatori di esperienza, il direttore sta facendo un buon mercato”, queste alcune delle parole di Valentini.

PAMBIANCHI – “Il punto di partenza importante è essere tornati a casa; spero che il pubblico torni ai livelli di quando ho giocato contro, due o tre anni fa se non sbaglio, perché c’era una bella atmosfera. Dovevo venire a Francavilla già quando giocavo a Taranto e poi non si fece nulla per una serie di motivi Ora siamo insieme e speriamo di raggiungere obiettivi importanti. La presenza di Trocini ha influito nella mia scelta, perché con lui ho lavorato bene in passato, ma al di là di questo ho sposato un progetto importante di una società importante. Io leader? Quando arrivi a trent’anni devi pensare ad aiutare i più giovani, quindi è una responsabilità che accetto volentieri.
Il mio ruolo? Sono un difensore centrale mancino ed ho giocato negli ultimi anni a sinistra, ma giocherò dove vorrà il mister”.

BOVO: “Sono arrivato a un punto della carriera dove le motivazioni possono garantirmi di fare più anni di quelli che mi posso aspettare e sono qui per la voglia e il sacrificio che ci ha messo la società e l’allenatore nel volermi, avevo altre richieste ma loro mio hanno dato la carica giusta. Qui c’è organizzazione, competenza, c’è tutto per fare una stagione importante. L’esperienza fa il caso ed i giovani devono avere la malizia di rubare a noi più grandi. Il nostro compito è essere guida ma loro devono rubacchiare un po’, tutti abbiamo fatto così, è giusto che ci credano e si cerchino il loro spazio. Penso di avere un ruolo in cui arrivare in zona gol, e spero di poter esere utile anche nei gol segnati ma anche in tutte le altre fasi, l’obiettivo è essere importante per la squadra, preferisco più che vinca la squadra ai miei gol. In carriera ho giocato da mezzala e negli ultimi anni ho fatto il play e ringrazio gli allenatori che me lo hanno insegnato. Io ragiono così: ogni anno è l’anno zero, questa è la grande forza della mia carriera. Ci sono stagioni dove si rende al 100% ed altre meno, ci devono essere tante componenti per dare il massimo, la fiducia che senti intorno è importantissima ed è il motivo per cui sono qua”.

VAZQUEZ: “Sono un attaccante moderno mi piace fare movimenti per ricevere la palla e svariare.
Ho trovato una società seria, l’ho scelta per questo motivo, e penso che sia l’ambiente giusto per ripartire dopo l’annata difficile dello scorso anno. Ovviamente sono a conoscenza che qui ci sono centravanti importanti ma io sono qui per fare il mio e voglio fare bene per me e per la squadra”.

 

 

M.C.

Articoli correlati

Ufficiale: Giochi del Mediterraneo 2026 a Taranto

Redazione

Baroni: “Non dobbiamo sbagliare nulla, serve una gara maiuscola”

Redazione

Super Enel: è campione d’inverno

Redazione

Touba è del Lecce, ha già sostenuto le visite mediche

Redazione

Primavera 1: i convocati di mister Grieco per il Milan

Redazione

Enel Brindisi, Denmon recupera per i play off

Redazione