Cronaca

“Favori e Giustizia”, Narracci rimane ai domiciliari

LECCE – Avevano chiesto la revoca dei domiciliari, i suoi legali, Ubaldo Macrì e Giangregorio De Pascalis, ma rimarrà ai agli arresti , Ottavio Narracci, dirigente della Asl di Lecce, indagato nell’inchiesta “Favori e Giustizia” che ha travolto il mondo della giustizia leccese e quello dell’Asl.

Il 15 gennaio scorso, Narracci aveva sostenuto un nuovo interrogatorio davanti al pm della procura di Potenza Veronica Calcagno, ed aveva fornito ulteriori chiarimenti sui rapporti avuti con il pm Emilio Arnesano rispondendo alle domande che gli sono state poste. Era stato convocato a Potenza proprio dal pm, così come Arnesano, che tramite i suoi avvocati però, aveva comunicato di astenersi perché già deciso ad avvalersi della facoltà di non rispondere.

Articoli correlati

Omicidio Basile, sette anni dopo: niente colpevoli

Redazione

In casa più di 50 chili di materiale esplosivo: sequestro e due denunce

Redazione

Crollo di Castro: la Cassazione annulla le condanne per i sei imputati

Redazione

Racale, rapina in negozio: via con l’incasso

Redazione

Malore per dipendente Axa in sciopero della fame

Redazione

Mancarelli: “No ai processi mediatici, Magistratura sia celere”

Redazione