AttualitàCronaca

Il vescovo: “Il Papa mi ha chiesto di restare. I candidati? Amino le città”

LECCE- “Papa Francesco me lo ha chiesto e io obbedisco come ho sempre fatto, i leccesi poi sono la mia famiglia“. L’Arcivescovo di Lecce Monsignor Domenico D’Ambrosio non trattiene il sorriso quando gli chiediamo le emozioni provate alla notizia della proroga del suo mandato. Guida spirituale della diocesi leccese dal 2009, resterà qui fino alla fine dell’anno.

Nella lettera giunta dal Vaticano, nonostante le dimissioni annunciate il giorno del suo 75esimo compleanno, è stato il Pontefice a chiedergli di pazientare e attendere i tempi necessari per la nuova nomina. Punto di riferimento amato dai fedeli, prende spunto proprio dalla sua esperienza per lanciare un appello alle istituzioni e ai candidati sindaci della città di Lecce: “servite con amore, l’amore è la chiave di tutto

Articoli correlati

Covid, nessun nuovo caso e nessun decesso

Redazione

Droga nel carcere, in manette due detenuti e un agente di polizia penitenziaria

Redazione

UGL: cig, Inps paga ma la Regione esamina lentamente le richieste

Redazione

Verifiche sismiche sugli ospedali: gli ingegneri si rivolgono al Tar per il silenzio della Asl

Redazione

Finanziamenti illeciti, sequestro da 1,8 milioni a impresa nautica

Redazione

La morte del dj: c’è un indagato. E la famiglia chiede un incontro al procuratore

Redazione