Cronaca

Vandalismo “da paura”. Il risveglio di Calimera dopo Halloween

CALIMERA- Un risveglio da paura quello di Calimera dopo la notte di Halloween: ad essere presi d’assalto muri e vetrine di negozi con bombolette spray, schiuma, uova e farina. Dopo lo scorso anno l’amministrazione ha fatto richiesta, in occasione della notte delle streghe, di un turno in più di rinforzo della polizia municipale in zona giardini pubblici.

Là dove il 31 ottobre 2015 altri atti vandalici avevano preso di mira il verde della città. Quest’anno proprio quella zona, per ovvi motivi, è rimasta intoccata e lo scherzetto, di cattivo gusto, ha però semplicemente cambiato tappa.
Imperversa l’indignazione su Fb della sindaca Francesca De Vito che sulla sua bacheca commenta: “Ci vuole molto o poco per trasformare una festa in atti di inciviltà di gruppo? Ci vuole molto, perché l’idea deve diventare pensiero, il pensiero deve farsi parola per condividere il gesto che diventa azione collettiva e incivile.

Così la festa di Halloween a Calimera ha lasciato tracce di inciviltà ovunque: la scuola elementare imbrattata, il piazzale antistante, le abitazioni vicine, via Montinari, scie di fuochi un po’ ovunque, la piazza una spazzatura”. A farle eco l’Assessore alle politiche giovanili Serenella Pascali : “Questa non è una birichinata- scrive- questa non è goliardia e neanche allegria. Non ci vuole un attimo a fare di una “festa” una serie di atti di inciviltà. E lo paghiamo tutti”.

Nei prossimi giorni sarà caccia ai responsabili, grazie ad alcuni impianti di sorveglianza che potrebbero rivelarsi determinanti per le indagini.

Articoli correlati

Rapina violenta in casa di un’anziana: una condanna e un’assoluzione

Redazione

Lecce, truffa da 67 milioni di euro con i Superbonus 110. Dodici indagati

Mario Vecchio

Cocaina in camera da letto, arrestato un 43enne

Redazione

Azzannata da un cane di grossa taglia, non ce l’ha fatta la donna di 98anni

Redazione

Distribuiva online banconote false in Italia e all’estero: arrestato

Redazione

Droga, 31 arresti e maxi sequestro di beni da 2 milioni

Erica Fiore