Cronaca

Manomette Gratta e Vinci, preso dalla Polizia

GALLIPOLI- Nel giro di pochi giorni aveva truffato per ben due volte un tabaccaio del posto, sottraendogli in tutto 400 euro. Poi, incoraggiato dalla facilità del risultato, aveva tentato l’imbroglio per la terza volta, ma in quest’occasione l’esercente, insospettito dalle vincite sin troppo frequenti, ha scoperto l’inganno e ha chiesto l’intervento della Polizia.
Finisce così la sequela di imbrogli messi a segno dal truffatore, un 58enne della provincia di Lecce, già noto. È accaduto in un bar-tabacchi di Gallipoli lo scorso fine settimana. Il metodo impiegato dall’uomo per perfezionare i suoi raggiri non era come quelli adoperati nelle piattaforme on line, dove molto spesso tutto si compie nella dimensione virtuale della rete e le parti trattano gli acquisti a distanza. Al contrario, l’artifizio smascherato dalla polizia, oltre ad essere artigianale è stato purtroppo efficace.Probabilmente col vizio del gioco, il truffatore ritagliava minuziosamente i numeretti da alcuni gratta e vinci non vincenti e li incollava sottilmente su delle schede che presentava alla cassa come vincenti. Poi, quando il punto vendita era più frequentato del solito, attendeva un momento di distrazione del titolare, che preso dalla fretta gli consegnava il corrispettivo della vincita prevista.

Articoli correlati

Mondo della giustizia in lutto: si è spenta la magistrata Stefania Mininni

Erica Fiore

Sparatoria a Brindisi, a Lido Risorgimento, due feriti

Andrea Contaldi

Salve, scontro sulla via per il mare. Tre feriti, due in codice rosso

Redazione

Taurisano, botte al fratello e alla madre. Arrestato 39enne

Redazione

Ingegnere sconosciuto al fisco: non dichiarati 280mila euro

Redazione

Lei lo lascia, lui s’impicca: la tragedia a Surbo

Redazione