Cronaca

Blitz in pineta, sgomberati ambulanti irregolari: multe e sequestri

TORRE DELL’ORSO-  Hanno agito di buon’ora, alle sette del mattino, cogliendoli ancora nel sonno, sui giacigli improvvisati che per giorni hanno affollato la pineta di Torre dell’Orso: Polizia municipale di Melendugno e carabinieri hanno messo in piedi un vero e proprio blitz, con le modalità indicate anche dal prefetto di Lecce. Contro l’abusivismo commerciale sulle spiagge, cioè, si è agito a monte, non durante la fase della vendita tra i bagnanti, come successo già due volte nei giorni scorsi, ma direttamente in quello che era diventato il “quartier generale” delle operazioni di smistamento. Anche per evitare tensioni maggiori. Sono stati sgomberati in venti, uomini quasi tutti under 40 di nazionalità senegalese, ma anche italiana e olandese. Alcuni di loro, trovati in possesso di droga e di numerose banconote, sono stati accompagnati in caserma.

Era lì, tra gli alberi della pineta della marina di Melendugno, che avevano piantato le loro tende. Una trentina in tutto. Alcuni avevano messo su rifugi di cartone. In condizioni igienico sanitarie impossibili. Un vero e proprio accampamento senza regole per chi la giornata la passa sulle spiagge ad offrire la propria merce. Scarpe, soprattutto, quest’anno. Scarpe rigorosamente contraffatte. Questo hanno trovato gli agenti della municipale, diretti dal comandante Antonio Nahi. Nel parapiglia del brusco risveglio, qualcuno è riuscito a darsi alla fuga, qualcun altro è stato individuato. Tra loro, anche chi era stato sgomberato solo qualche giorno fa. Alla fine, sono state circa dieci le infrazioni contestate per campeggio abusivo, con relative sanzioni amministrative da 166 euro ciascuna e sequestri di tende e prodotti.

Articoli correlati

Lecce, a fuoco i mobili nel porticato. Evacuate due palazzine

Sergio Costa

Gallipoli, a fuoco la collina di San Mauro. Paura anche in spiaggia

Mario Vecchio

Furti nei bar, in casa e per strada: arrestato ladro seriale

Redazione

Molestie sessuali: nella trappola del viceprocuratore anche donne incinta e infermiere

Erica Fiore

Nei brogliacci dell’inchiesta “insulti omofobi nei miei confronti”: il giudice Errede denuncia gli inquirenti

Redazione

Presicce-Acquarica: gatto morto davanti allo studio del sindaco

Redazione